Pistola in pugno assalta l’alimentari: caccia all’uomo a Cabiate

alt In azione un malvivente solitario con il volto coperto. Il colpo sarebbe durato pochi attimi mentre nel negozio non c’erano clienti
Rapina nella serata di venerdì poco prima della chiusura. Il bottino quantificato in circa 800 euro
Pistola in pugno, ha fatto irruzione all’interno del negozio di alimentari, pochi attimi prima della chiusura.
Una volta dentro l’esercizio commerciale e appurato di essere da solo, l’uomo ha agito indisturbato puntando l’arma addosso alla titolare (non si sa, ovviamente, se la pistola fosse vera oppure no), che in quel momento era in negozio senza clienti. L’uomo si è poi fatto consegnare il bottino – pare di poche centinaia di euro – ed è scappato nel buio della serata brianzola pochi

attimi dopo essere entrato in azione.
La rapina è andata in scena intorno alle 19 di venerdì in via Achille Grandi a Cabiate.
Ad essere preso di mira è stato il “Longoni Alimentari” nell’orario immediatamente precedente alla chiusura. Sul posto sono arrivati i carabinieri della compagnia di Cantù che hanno ascoltato la testimone (e vittima) della rapina ed hanno anche effettuato i primi rilievi, nonché i posti di blocco lungo le vie di fuga dal paese, nel tentativo di risalire al responsabile del colpo.
E partiamo proprio da qui, perché anche se non ci sono conferme definitive (del resto le indagini sono appena iniziate), pare che in azione sia entrato un solo malvivente.
Non sarebbero infatti stati notati complici né sulla porta d’ingresso dell’alimentari, né lungo la strada ad attendere il rapinatore per fuggire.
Il malvivente ha operato a volto coperto e, come detto, con una pistola in pugno.
Appena entrato nell’alimentari ha puntato subito le casse chiedendo di consegnare quanto contenuto nei registratori. Poi, intascato il bottino, in pochi attimi il rapinatore si è dileguato.
Al momento del colpo, come detto, nel negozio non c’erano clienti.
La titolare – che non ha riportato ferite ma era comprensibilmente spaventata – ha poi chiamato i carabinieri della compagnia di Cantù che sono giunti in via Grandi a Cabiate per dare il via alla caccia all’uomo.
Il bottino rapinato è poi stato quantificato dalla titolare dell’alimentari in circa 800 euro. Del malvivente, per il momento, non ci sono tracce.

Nella foto:
Il negozio di Cabiate che è stato preso di mira da un rapinatore nella serata di venerdì intorno alle 19: l’uomo è ricercato (foto Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.