Pm10 sotto i limiti, scatta il via libera alle Euro 4 diesel

La centralina dell'Arpa collocata in viale Cattaneo a Como per controllare i livelli di inquinamento in città

Revocate da oggi in provincia di Como e nel resto della Lombardia le misure di primo livello contro l’inquinamento. Viene così a cadere lo stop imposto alle auto diesel fino alla classe Euro 4, comprese quelle dotate di filtro antiparticolato. Il provvedimento, che scattava dalle 8.30 alle 18.30, coinvolgeva soltanto i comuni con più di 30mila abitanti, ovvero Como e Cantù.
Nelle ultime due rilevazioni dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente (Arpa), quelle di domenica e lunedì scorsi, la media delle concentrazioni di Pm10 registrate dalle tre centraline attive sul territorio lariano (a Como, Erba e Cantù), è tornata sotto il valore limite di 50 microgrammi di polveri sottili per metro cubo d’aria, dopo essere stata per oltre una settimana ben al di sopra di tale soglia.
Domenica la media era pari a 20,3 µg, lunedì a 36,3 µg, mentre giovedì era arrivata a quota 91,7. Ricordiamo che le misure antismog di primo livello scattano dopo 4 giorni consecutivi di valori medi provinciali superiori alla soglia limite e vengono revocate dopo due giorni di valori al di sotto di tale soglia.
Nella città di Como le concentrazioni di polveri sottili, dopo aver superato per due volte il doppio del limite consentito (106 µg mercoledì 24 febbraio e 101 venerdì scorso), sono scese domenica a 20 µg, risalendo poi lunedì a 43, valore in ogni caso al di sotto della soglia limite. Anche a Cantù domenica (19 µg) e lunedì (36 µg) le Pm10 sono rimaste sotto il limite di 50 µg, così come a Erba (22 µg domenica e 30 lunedì).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.