Ponte della Pedemontana, Chiara Braga interroga Toninelli

L'autostrada Pedemontana Lombarda

“Un’interrogazione urgente al Ministro Toninelli per avere certezza sui tempi di realizzazione del ponte di collegamento tra Bregnano e Cermenate”, lo ha annunciato poco fa la deputata comasca del Partito Democratico, Chiara Braga dopo che la società Autostrada Pedemontana Lombarda ha reso noto, in risposta alle richieste dei sindaci di Bregnano e Cermenate, lo slittamento della costruzione del ponte di collegamento tra i due paesi.

“La comunicazione  resa nota da Pedemontana – spiega la Braga – ha il sapore della beffa: in questi mesi Regione Lombardia e Autostrada Pedemontana hanno continuato a dare ai Sindaci e ai cittadini rassicurazioni sul fatto che, dopo un lunghissimo ritardo, l’opera sarebbe stata ultimata a settembre. Ora invece si scopre che ci vorranno altri sei mesi in più e soprattutto spunta questa “Commissione Ministeriale” di cui non si conosce nulla: chi l’ha nominata, che composizione ha e quali compiti dovrebbe svolgere?

“Non vorrei davvero – commenta l’esponente dem – che anche quest’opera attesa da anni dal territorio finisse del mirino della assurda macchina dei ‘costi-benefici’ di Toninelli; vediamo cosa sta succedendo sulla Tav in questi giorni! Forse il Ministero delle Infrastrutture non sa che qui stiamo parlando di un’opera che doveva essere finita e funzionante già da mesi e che sta provocando grossi disagi, mettendo a dura prova la pazienza dei cittadini”.

“È veramente grave, poi, che questo ulteriore ritardo – conclude la Braga – venga comunicato ai Sindaci di Bregnano e Cermenate solo dopo che questi sono stati costretti a chiedere di nuovo informazioni a Regione e a Pedemontana che, invece, si erano impegnate a dare alle Amministrazioni locali aggiornamenti costanti. Ho cercato di contattare i vertici di Pedemontana per avere riscontri a queste domande, dopo che anche nell’audizione in Commissione Infrastrutture di qualche mese fa avevano fornito rassicurazioni sul rispetto dei tempi”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.