Ponte di Genova, anomalie segnalate da ingegnere comasco

I vigili del fuoco a lavoro a Genova

Oggi gli strazianti funerali di Stato delle vittime di Genova. Oggi e per chissà quanto tempo ancora le indagini e le polemiche su un crollo forse evitabile. E fanno impressione le parole pronunciate dal cernobbiese Stefano Della Torre, il professore del Politecnico di Milano che aveva individuato anomalie e criticità nella struttura. E più precisamente nel pilone 9, quello che poi è crollato. Della Torre, direttore del Dipartimento di architettura e ingegneria delle costruzioni del Politecnico di Milano, è stato il coordinatore dello studio consegnato ad Autostrade nello scorso ottobre proprio sul pilone 9, su cui andavano effettuati interventi.

I vigili del fuoco a lavoro a Genova
I vigili del fuoco al lavoro a Genova

E mentre lo strazio per le vittime non si placa – è di questa mattina il ritrovamento sotto le macerie di un’altra vettura con a bordo una famiglia (mamma, papà e figlia), per la quale non c’è stato scampo – fanno riflettere con grande amarezza le dichiarazioni al Corriere della Sera del cernobbiese Stefano Della Torre.
«Ci era stato detto che si trattava di un lavoro urgente. Abbiamo osservato – spiega il docente del Politecnico al Corriere – che c’erano comportamenti anomali di quella particolare struttura, all’interno della quale a nostro avviso erano presenti forti criticità. Per questo avevamo suggerito la necessità di un ulteriore approfondimento diagnostico e avevamo consigliato un monitoraggio continuo 24 ore su 24, a partire dal momento della consegna della nostra relazione. Questo è un punto critico, perché per noi era opportuno partire da subito. Purtroppo non è stato così».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.