Portici Plinio, petizione antidegrado: parte la raccolta di firme

Portici Plinio

«Sono esasperata, lavoro qui da 12 anni e ho visto la zona peggiorare: mendicanti e ubriachi a tutte le ore, vagabondi sdraiati davanti alle vetrine». Parla una commerciante dei Portici Plinio, che settimana prossima partirà con una raccolta firme per una petizione da inviare al Comune di Como.
Il suo grido d’allarme su degrado e sicurezza ha già raccolto consensi nella gran parte degli esercizi commerciali dei portici, una delle vie di transito privilegiate per i turisti dal lago a piazza Duomo. «Tutti hanno ribadito che è ora di fare qualcosa, la misura è colma – dice la commerciante – Altro che salotto buono. Mentre altre zone di Como ci paiono più tutelate, qui siamo allo sbando, degrado chiama degrado: pochi cestini per la spazzatura e non c’è nemmeno una panchina, figuriamoci gli addobbi floreali. Martedì un poliziotto in pattuglia ha scoperto che un vagabondo sotto ai portici risultava ai domiciliari, e invece era a piede libero. Ci spiace ma tutelare la sicurezza non è compito dei commercianti».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.