Posti barca, concessioni verso la proroga per tutto il 2014

alt Beffate le persone in lista d’attesa

I circa 20 proprietari di barche che attendevano di poter partecipare al nuovo bando per le assegnazioni dei ricoveri nei porti gestiti da Csu dovranno mettersi il cuore in pace. E attendere almeno un altro anno prima di poter (eventualmente) realizzare il proprio desiderio. Salvo clamorose novità, infatti, la società controllata dal Comune di Como che gestisce i porti e gli oltre 400 posti barca relativi non indirà alcun bando pubblico per selezionare gli aspiranti. E questo a dispetto del fatto

che esattamente tra 12 giorni le concessioni in essere saranno tutte scadute.
Il problema, però, è che fino a pochi giorni fa la stessa Como Servizi Urbani nemmeno sapeva se il Comune avrebbe rinnovato il contratto di collaborazione per questo settore come per tutti gli altri. Una situazione di incertezza risolta – invero soltanto verbalmente, finora – nelle scorse ore, con una comunicazione partita da Palazzo Cernezzi verso la Como Servizi Urbani con la quale si è annunciata la prosecuzione del rapporto almeno per i prossimi 12 mesi. Questa situazione di stallo, però, ha impedito a Csu di indire il regolare bando per la concessione dei posti barca disseminati tra i diversi porti del primo bacino. E, di conseguenza, la soluzione più probabile che pare profilarsi all’orizzonte è quella di un rinnovo dello status quo fino al 31 dicembre 2014.
Con questa proroga, di fatto, chi già oggi usufruisce di un posto barca lo manterrà per tutto il prossimo anno, a danno della ventina di persone tuttora in lista d’attesa.

Nella foto:
Sopra e a destra, il Porto Marina di Como, gestito direttamente dalla Como Servizi Urbani

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.