Prega sulla tomba della madre: giovane aggredita al cimitero di Rebbio

Cimitero di Rebbio

Ha raccontato ai carabinieri il proprio pomeriggio da incubo. Un uomo alto, con il passamontagna che le si avvicina, la strattona, cerca di rubarle la borsa.
Poi, non riuscendoci, la colpisce al volto con un pugno e si allontana, messo in fuga dallo spray al peperoncino che la giovane teneva con sé.
I militari dell’Arma lavorano a una segnalazione giunta ieri pomeriggio per un fatto di cronaca avvenuto nei pressi del cimitero di Rebbio. Una 21enne ha raccontato che intorno alle 12.15, mentre si trovava nei pressi del cimitero, sarebbe stata vittima dell’aggressione da parte di un uomo poi scappato.
La giovane, che era andata a pregare sulla tomba della madre, sarebbe riuscita a difendersi grazie allo spray al peperoncino che teneva nella borsa.
Il rapinatore, colpo alla sprovvista dalla reazione, sarebbe poi scappato a mani vuote, non prima di aver colpito la vittima con un pugno al volto.
La giovane, dopo aver raccontato l’accaduto in famiglia, ha poi riferito tutto ai carabinieri di Rebbio, formalizzando la denuncia nel pomeriggio.
Le indagini sono in corso per cercare di ricostruire nel dettaglio quanto avvenuto e dare la caccia all’aggressore che per il momento non ha un volto. La zona in cui è avvenuto il fatto è anche molto aperta e la speranza è che qualcuno possa aver notato qualcosa di utile.
Il punto dell’aggressione non sarebbe il parcheggio del cimitero, bensì l’uscita del camposanto, poche decine di metri più avanti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.