Premio giovani del Panathlon a Campioni, portacolori della Lario

Giulio Campioni Canottaggio

Un riconoscimento che ha spesso portato bene a ragazzi che hanno ottenuto importanti risultati nell’attività agonistica e, soprattutto nella vita. Anche nel 2020 il Panathlon di Como ha scelto un atleta promettente – Giulio Campioni della Canottieri Lario – a cui assegnare il suo Premio Giovani.
Un riconoscimento che è giunto alla sua trentunesima edizione e che in passato è stato ricevuto da personaggi importanti come Virna De Angeli e Micol Cattaneo (atletica leggera), Elena Amato, Katia Pietrosanti ed Erika Fasana (ginnastica), Adelia Marra (pattinaggio), Sabrina Noseda e Claudia Wurzel (canottaggio) e Giorgia Gregorio (sci nautico). Atleti che hanno partecipato a Olimpiadi o hanno vinto titoli mondiali.
Lo scopo del riconoscimento è valorizzare ragazzi che, oltre ad ottenere importanti risultati nel loro sport, hanno un buon rendimento scolastico.
Molte le segnalazioni – arrivate dal mondo della scuola, dello sport e dell’associazionismo – all’apposita commissione presieduta da Biagio Santoro e ancora una volta, come accaduto nelle ultime due edizioni, a fare la parte del leone è stato il canottaggio. Giulio Campioni, 18 anni di Brunate, esponente della Canottieri Lario, frequenta il Liceo Scientifico, indirizzo Scienze applicate all’Isis Carcano di Como. Succede a Greta Parravicini, pure portacolori della Lario – per la soddisfazione del presidente Leonardo Bernasconi – e vincitrice nel 2019, e a Nadine Agyemang Heard della Canottieri Moltrasio (prima nel 2018).
«A fare la differenza anche in questa edizione, a giudizio insindacabile della giuria – specifica in una nota il Panathlon Como – è stato l’ottimo profitto a scuola coniugato agli splendidi risultati agonistici in appuntamenti nazionali e internazionali».
Giulio Campioni aveva infatti meritato la convocazione in Nazionale per gli Europei giovanili di Belgrado. Ma l’Italia ha rinunciato a partecipare per le problematiche legate all’emergenza Covid.
La cerimonia di consegna sarebbe coincisa, come da tradizione, con la festa di Natale del club comasco, programmata per il 10 dicembre, che è però saltata. Se ne riparlerà, appena possibile, nel 2021.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.