Premio Rosa Camuna alla Briantea 84, menzione speciale per don Malgesini

Bandiera Regione Lombardia

Una menzione speciale alla memoria di don Roberto Malgesini: oggi, all’auditorium Testori di Palazzo Lombardia a Milano, alle 16.30, verranno consegnati i “Premi Rosa Camuna 2021” – una delle più alte onorificenze di Regione Lombardia – e proprio in questa occasione verrà conferito il riconoscimento postumo al “prete degli ultimi”, ucciso il 15 settembre 2020 a Como per mano di “qualcuno che lui aveva sempre servito”.

«La sua candidatura condivisa ha trovato anche il sostegno di numerosi cittadini e realtà del volontariato comasco – sottolinea il presidente del consiglio regionale, il comasco Alessandro Fermi – Con questo riconoscimento vogliamo pertanto portare all’attenzione di tutti l’opera silenziosa ma straordinaria di don Roberto nel fornire assistenza quotidiana agli ultimi e alle persone in difficoltà, certi che il suo esempio e la sua testimonianza costituiscono una eredità preziosa per l’intera comunità lariana e lombarda».

Oggi saranno conferiti anche due dei premi speciali attribuiti dal presidente, rispettivamente al fotografo di fama internazionale Giovanni Gastel, molto legato al Lario, scomparso lo scorso 13 marzo a causa del Covid, e all’imprenditore Remo Ruffini, patron di Moncler, nato a Como.

Uno dei cinque premi Rosa Camuna è stato assegnato all’Associazione sportiva dilettantistica Briantea84, nata a Cantù nel 1984 con l’obiettivo di sviluppare e promuovere lo sport tra i giovani con disabilità, sia fisica che intellettivo-relazionale. Volano di una nuova cultura sportiva inclusiva, oggi è una realtà nel Comasco, con oltre 170 atleti divisi in varie discipline nelle diverse sedi presenti sul territorio.

«Nel simbolo della Rosa Camuna ritroviamo le radici più vere e profonde della comunità lombarda – ha commentato Alessandro Fermi – che si identifica intorno ai valori del saper fare, dell’agire concreto e della solidarietà: questi sono da sempre i caratteri distintivi dei lombardi e ancora di più i lombardi li hanno dimostrati in questi difficili mesi».

La cerimonia si inserisce nell’ambito della Festa della Lombardia, istituita per celebrare la Battaglia di Legnano combattuta il 29 maggio 1176 contro le truppe imperiali del Barbarossa. Un momento particolare della cerimonia verrà dedicato a Carla Fracci, scomparsa ieri.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.