Premio Tenco “made in Lario”

Note d’autore – Tornano le Targhe Tenco 2012, con artisti selezionati da una giuria composta da oltre 200 giornalisti
Dopo la prima fase di votazione, il Club Tenco ha annunciato la rosa dei finalisti delle Targhe Tenco 2012, selezionati da una giuria composta da oltre 200 giornalisti musicali italiani.
Il voto avviene in due fasi: con la prima, appena svoltasi, sono stati selezionati i 5 finalisti (o più, in caso di ex aequo) per ogni sezione, con la seconda, che si terrà nei prossimi giorni, verrà proclamato il vincitore di ogni sezione.
Storico presentatore delle serate in cui vengono consegnate
le prestigiose targhe è il comasco Antonio Silva, che ci racconta come la rassegna, per fortuna, ha modo di sopravvivere alla crisi economica che da qualche tempo rischia seriamente di comprometterne le sorti.
«Lo stato di salute del Tenco è davvero precario – afferma l’ex preside del Liceo “Enrico Fermi” di Cantù, autentica icona del premio – ma anche quest’anno ce la faremo nonostante un budget ridottissimo. Le serate saranno ancora tre, 15, 16 e 17 novembre, ma solo la seconda si svolgerà al Teatro Ariston di Sanremo dove verranno consegnati i premi e le targhe. La prima serata, invece, si svolgerà nelle piazze di Sanremo, dove daremo spazio agli artisti locali, mentre quella conclusiva, dedicata ai giovani emergenti, è ancora in via di definizione e devo dire che mi piacerebbe ottenere una location ugualmente prestigiosa come il teatrino del Casinò di Sanremo».
Silva, come giudica il primo giro di votazioni?
«I voti sono molto dispersi, segno che un nuovo Paolo Conte, purtroppo, ancora non c’è all’orizzonte. Entrando nel dettaglio delle nomination per il miglior disco dell’anno posso però dire che sono quasi tutti “nostri” figli, da Dente a Edda, dai Fabularasa a Zibba, per non parlare di Vinicio Capossela».
Niente De Sfroos, per il disco in dialetto che le è piaciuto?
«Sicuramente Enzo Avitabile con il suo lavoro di duetti che comprende anche quello con Enrique Morente, l’ultima canzone incisa dal santone del flamenco prima della sua scomparsa. Ma pure i Lauturi con un album che ha omaggiato anche il grande Domenico Modugno».
A proposito di “Mr. Volare”, il prossimo 24 novembre lei sarà a Bari per presentare il “Festival Modugno”.
«Sì, tengo moltissimo a questo evento che sta diventando un appuntamento annuale e che inaugurerà il Medimex al Teatro Petruzzelli. A omaggiare l’immenso Mimmo ci saranno Vinicio Capossela, Daniele Silvestri, Simone Cristicchi, Cristina Donà, Mauro Ermanno Giovanardi, Nada, Radiodervish, Sud Sound System, Roy Paci, Peppe Servillo, Paola Turci, Peppe Voltarelli e tanti altri ancora».
Tra gli esordienti in molti hanno apprezzato Roberta Barabino.
«È molto brava, è piaciuta anche a me. Sarà un bel testa a testa con Giovanni Block, Colapesce, Dellera, Giacomo Lariccia ed Elsa Martin, tutti molto promettenti».
Però non c’è nessun artista che proviene dal circuito della provincia comasca.
«È vero, ma durante il nostro lungo viaggio con “Il Tenco Ascolta”, che proseguirà ancora, ci hanno accompagnato i Settegrani, Marco Castelli e altri seguiranno».
Francesco Baccini giocherà due volte in casa, è ligure e ha pubblicato un tributo a Luigi Tenco, una targa che sembra già scritta.
«Non lo so. Di certo Baccini ha pubblicato un omaggio vero, autentico e sincero. Poi ci sono anche i Luf, a cui voglio molto bene, che si sono cimentati con un’icona del calibro di Guccini, con il beneplacito dello stesso Francesco».
Un’ultima domanda ci proietta in un dibattito che ha tenuto banco di recente sul Lario. Silva, lei che gira i teatri di tutta Italia, cosa pensa della questione dell’ex Cineteatro “Politeama” di Como, chiuso da anni e senza un futuro certo?
«Mi auguro che Como non abbandoni la cultura, oggi più che mai sarebbe un autentico suicidio».

Maurizio Pratelli

Nella foto:
Il cantautore Luigi Tenco, cui è intitolato il Club con le sue varie iniziative coordinate da Silva

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.