Presenze in consiglio, Gaddi maglia nera. Nessuna assenza solo per cinque politici

altI più virtuosi sono Ceruti, Legnani, Luppi, Molteni e Luigi Nessi
(m.d.) Cinque consiglieri non hanno perso nemmeno una seduta, Sergio Gaddi è invece la maglia nera perché di riunioni del consiglio comunale ne ha saltate una su tre. È quanto emerge dalle statistiche relative alle presenze dei consiglieri comunali alle assemblee cittadine diffuse ieri da Palazzo Cernezzi e relative agli ultimi dodici mesi.
Tra il giugno dello scorso anno e il giugno 2013 l’assemblea è stata convocata per ben 67 volte, con una media di quasi 6 sedute al mese. Ebbene, solo

5 dei 31 rappresentanti dei cittadini hanno seguito, diligentemente, tutte e 67 le riunioni. Si tratta, in ordine alfabetico, di Luca Ceruti (Movimento 5 Stelle), dei due esponenti del Pd Stefano Legnani (che è anche capogruppo del Pd) e Andrea Luppi, di Mario Molteni, consigliere della lista civica Per Como, e di Luigi Nessi (Paco Sel).
Nell’elenco fornito da Palazzo Cernezzi, va precisato, mancano all’appello due consiglieri: il presidente dell’assemblea, Francesco Fragolino (Pd), e il sindaco Mario Lucini, che oltre a ricoprire la carica di primo cittadino è a tutti gli effetti anche consigliere comunale, a differenza degli assessori.
Ma torniamo alla classifica delle presenze nell’aula consiliare. Tra i più virtuosi figurano anche i cinque consiglieri che hanno saltato soltanto una seduta: Vito De Feudis, Patrizia Lissi e Guido Rovi, tutti e tre del Pd, e Ada Mantovani e Alessandro Rapinese, entrambi della lista civica Adesso Como.
A quota 65 presenze su 67 troviamo poi un paio di consiglieri – Enrico Cenetiempo (Pdl) e Mario Forlano (Como Civica) – seguiti da un quartetto di rappresentanti dei cittadini che di assemblee consiliari ne hanno perse soltanto tre: Laura Bordoli, ex Pdl ora nel Gruppo misto, Marco Butti, anch’egli uscito dal Pdl, formalmente appartenete al Gruppo misto ma a tutti gli effetti ora esponente di Fratelli d’Italia, Andrèe Cesareo (Pd) e Diego Peverelli (Lega Nord).
Si scende quindi a 63 presenze con Gioacchino Favara (Pd) e Raffaele Grieco, anch’egli del Pd, quindi a quota 62 troviamo Alberto Mascetti, capogruppo della Lega, e Marco Tettamanti (Como Civica).
Sopra le 60 partecipazioni ai lavori del consiglio comunale figurano poi Antonello Paulesu (Como Civica) e Vincenzo Sapere (Paco Sel), entrambi con 61 presenze, e Giorgio Selis (Como Civica), che ha totalizzato 60 presenze tonde tonde.
Tre consiglieri sono stati presenti 59 volte su 67: si tratta di Filippo Bianchi (Como Civica), Guido Frigerio (Pd) e Anna Veronelli (Pdl). Seguono poi Marco Servettini (Amo la mia Città) con 58 presenze, e Ivano Cairoli, di Como Civica, a quota 54.
Agli ultimi tre posti troviamo infine Italo Nessi (Como Civica) e Francesco Scopelliti (capogruppo del Pdl), entrambi con 53 presenze, che precedono Sergio Gaddi (Pdl), maglia nera con 42 presenze.
«Come consigliere di opposizione, considerando i miei 19 anni di esperienza a Palazzo Cernezzi – dice Gaddi – credo di essere sicuramente il decano dei politici seduti nell’assemblea cittadina. E posso essere incisivo anche con questo numero di sedute, che in ogni caso sono ben superiori alla metà delle convocazioni, e quindi in nessun modo hanno limitato il mio lavoro per la città. Anzi – conclude l’ex assessore alla Cultura con un pizzico di ironia – considerando i risultati che ho ottenuto per Como in questi anni, mi sento largamente a credito con il consiglio comunale».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.