Primarie, il centrosinistra “elegge” il suo sindaco

Successo di pubblico per il dibattito tra i quattro candidati in diretta su Etv
Seggi aperti, da questa mattina alle 8, per votare il candidato del centrosinistra chiamato alla difficile impresa di conquistare (in primavera) la poltrona più alta di Palazzo Cernezzi.
Per la seconda volta (la prima fu nel 2007, quando vinse Luca Gaffuri) il centrosinistra del capoluogo adotta il sistema delle primarie per indicare il proprio “sindaco”. Dopo un mese di campagna elettorale, segnata da decine di incontri pubblici e culminata, venerdì sera, nel dibattito in diretta su Etv seguito da decine di migliaia di persone, ciascuno dei quattro candidati spera adesso di raccogliere quel consenso necessario per assicurarsi il via libera alla competizione amministrativa.
I candidati
Quattro, come detto, i contendenti alle primarie 2011. Vediamo chi sono, in stretto ordine alfabetico.
Marcello Iantorno, cosentino, sposato e padre di due figli, è avvocato e consigliere comunale uscente. È l’unico tra i candidati a essere iscritto al Partito Democratico. Ha insegnato Diritto ed Economia al Caio Plinio ed è consigliere dell’Ordine degli Avvocati del capoluogo lariano.
Gisella Introzzi, sociologa ed ex giocatrice della Comense, è stata direttore operativo di Unioncamere Lombardia, responsabile del personale di Borsa Italiana spa e della Camera di Commercio di Milano. Fino al 1988 è stata responsabile dell’ufficio studi della Camera di Commercio di Como. Si definisce «indipendente» nell’ambito del centrosinistra e non è iscritta ad alcun partito.
Mario Lucini, geologo, è nato a Como nel 1958. Sposato e padre di tre figli, ha iniziato la sua attività politica con la partecipazione attiva all’esperienza del Centro San Filippo di Como. È stato prima consigliere e poi presidente (per due mandati) della Circoscrizione 1. Nel 2002 è stato eletto a Palazzo Cernezzi. È presidente della commissione Territorio e capogruppo del Pd, partito al quale non è però iscritto.
Bruno Magatti, 60 anni, è sposato e padre di 5 figli. È stato docente di Fisica e Matematica e vicepreside del liceo Paolo Giovio. Leader del movimento civico “Paco” è in consiglio comunale da quattro mandati. Ha fatto parte della giunta del Consiglio scolastico Provinciale e collabora con il Centro di cultura scientifica “Alessandro Volta” di Como. È autore di lavori e pubblicazioni su temi voltiani. Attualmente è anche vicepresidente nazionale del Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani.
Vademecum
Possono votare alle primarie del centrosinistra gli elettori residenti nel capoluogo. Hanno diritto di voto anche i giovani che abbiano compiuto 16 anni e gli immigrati muniti di regolare permesso di soggiorno. Si vota oggi dalle 8 alle 20. Il comitato promotore ha allestito 18 seggi (l’elenco è nella scheda pubblicata in questa pagina). Agli elettori viene chiesto di condividere la Carta dei valori e di acconsentire al trattamento dei dati personali relativo alla sola finalità elettorale delle “Primarie 2011” (in sostanza, si tratta di una dichiarazione pubblica con cui si ammette di essere un elettore del centrosinistra). È anche chiesto un contributo di almeno 2 euro per la copertura delle spese organizzative. Agli elettori viene consegnata una scheda arancione su cui sono già stampati i nomi dei quattro candidati. Per votare si traccia un segno sul nome del candidato prescelto. È possibile esprimere una preferenza. Lo spoglio sarà fatto subito dopo la chiusura dei seggi.

Nella foto:
Il dibattito televisivo tra i quattro candidati alle primarie andato in onda venerdì sera in diretta dagli studi di Etv (foto Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.