Profumi e farmaci per trattamenti estetici sequestrati in dogana dalla guardia di finanza

Una parte della merce sequestrata in Dogana

Era diretto in Italia ed è stato trovato in possesso di numerose scatole di farmaci a base di tossina botulinica e filler (materiali iniettati nel tessuto sottocutaneo) per trattamenti estetici: un valore complessivo che è stato quantificato in 4.745 euro. Un cittadino svizzero è stato intercettato al valico di Maslianico dai militari della guardia di finanza di Ponte Chiasso.
Di questi prodotti, in base a quanto comunicato dalle fiamme gialle, non è stata fornita alcuna documentazione che certificasse l’adempimento delle obbligazioni doganali. Per questo motivo si è proceduto al sequestro della merce per contrabbando. È stata anche inoltrata la comunicazione dell’operazione all’Ufficio delle Dogane di Como – Sezione Operativa Territoriale di Ponte Chiasso – per permettere la determinazione dell’ammontare dei tributi che sarebbero stati evasi. In una seconda e ulteriore attività condotta dalle Fiamme Gialle sempre in dogana, sono stati scoperti, all’interno di un’autovettura guidata da un cittadino svizzero di origini italiane, 300 profumi, dal valore commerciale di circa 10.000 euro. Prodotti di noti marchi internazionali che l’uomo, titolare di una profumeria in territorio elvetico, avrebbe cercato di introdurre in Italia senza osservare, anche in questo caso, gli obblighi doganali previsti dalla legge.
Anche in questo caso si è proceduto al sequestro (finalizzato alla confisca) dell’intera merce e alla trasmissione degli atti all’Ufficio delle Dogane di Como.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.