Pronto soccorso, Valduce sovraffollato. In tilt anche l’urgenza dell’ospedale Sant’Anna

Il pronto soccorso dell'Ospedale Valduce

L’improvvisa e del tutto inattesa ondata di influenza che si è abbattuta sul Lario negli ultimi giorni ha messo in crisi ieri il pronto soccorso del Valduce e, di rimbalzo, anche il reparto di emergenza-urgenza del Sant’Anna.
Un «quadro di sovraffollamento» – così viene definito l’arrivo in ospedale di molte più persone di quanto normalmente ne vengano accolte – ha causato nell’ospedale cittadino di via Dante una situazione molto critica.
I dirigenti della struttura sanitaria sono stati costretti, a un certo punto, a dirottare le ambulanze verso San Fermo, nell’impossibilità pratica di accogliere nuovi pazienti.
La pressione esercitata sul Sant’Anna si è fatta così pesante, creando anche in questo caso non poche difficoltà al pronto soccorso.
Come detto, negli ospedali sono giunti soprattutto anziani e persone più fragili con difficoltà respiratorie. Un anticipo della più classica ondata influenzale che normalmente tocca i suoi picchi tra la fine dell’autunno e l’inizio dell’inverno.
La situazione potrebbe tornare alla normalità nel giro di poco tempo. Al Valduce le riabilitazioni hanno proceduto ad accelerare alcune dimissioni per liberare posti. Sicuramente, ancora una volta ha pesato l’abitudine di molti cittadini di rivolgersi direttamente al pronto soccorso dell’ospedale in situazioni che potrebbero invece essere affrontate facendo riferimento al proprio medico di base.
Nelle prossime settimane partirà la campagna di vaccinazione contro il virus dell’influenza rivolta agli over 65, ai bambini e a tutti coloro i quali soffrono di patologie a rischio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.