Proposte per uscire dal pantano

Viabilità e posteggi in convalle

A causa della soppressione dei parcheggi in città si è scatenata una feroce polemica tra i “pro” e i “contro”.
Per la verità, mi sembrano più numerosi i contrari.
Non vorrei apparire presuntuoso, ma se mi è concesso vorrei suggerire un’idea futuribile, fatta di trattative, progetti e finanziamenti.
Trattative con le Ferrovie Nord, autorizzando l’eliminazione della tratta Como Borghi-Como Lago: attraverso l’accordo si potrebbe poi utilizzare l’area della stazione eliminata mediante la creazione di posteggi a raso, interrati o elevati. Ovviamente dovrà essere garantito un servizio navetta.
Una cosa positiva si avrebbe nell’immediato: l’eliminazione dell’odiato passaggio a livello; inoltre sulla sede rotabile la possibile creazione di ulteriori parcheggi. E ancora, la creazione di una stazione di servizio per gli autobus, eliminando così le partenze dai Portici Plinio.
Progetti realizzati da validi e capaci ingegneri e stufi universitari. L’assemblaggio finale spetta ai finanziamenti: lo scoglio più duro. E ciò spetta in buona parte ai politici.
Occorre, inoltre, attrezzare i vari punti cardinali della città mediante stazioni di arrivo e partenze, il tutto collegato con servizio navetta.
Como deve uscire dall’immobilismo, occorre seguire a piccoli passi il nuovo corso. C’è un però (se mai qualcosa verrà creato): non voglia Dio che assomigli alla costruzione dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria…
Carissimi responsabili comunali, regionali, ingegneri, studi universitari, società interessate e politici, c’è tanta carne al fuoco. Occorre rimboccarsi le maniche e crederci.
Fausto Frigerio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.