Provincia, i due candidati restano. Stasera nuovo vertice

alt Il confronto nel Partito Democratico
(m.d.) I due contendenti restano entrambi in campo e il Partito Democratico lariano si riunirà ancora una volta stasera, nelle sede di via Regina, per tentare di sciogliere il nodo della strada da seguire per arrivare a un’unica candidatura per la guida della Provincia, riducendo il più possibile le fibrillazioni all’interno del partito.
Il 12 ottobre prossimo, i consiglieri comunali e i sindaci del territorio comasco saranno chiamati a designare il nuovo governo di Villa Saporiti. Due i

candidati del Pd alla presidenza della Provincia attualmente in lizza: il renziano Alberto Gaffuri, sindaco di Albese con Cassano, e Maria Rita Livio, sindaco di Olgiate Comasco, più vicina all’ala del partito che fa riferimento all’ex segretario Pier Luigi Bersani.
Una prima riunione, che si è svolta lunedì sera in via Regina, non ha risolto la questione: nessuno dei due contendenti ha voluto farsi da parte e così il Pd deve trovare il modo di individuare il proprio candidato senza lacerazioni.
«Ci incontreremo ancora domani sera (stasera, ndr) per chiudere la fase di identificazione del percorso che ci porterà a un’unica candidatura», conferma la segretaria provinciale del Pd, Savina Marelli. Nel frattempo, proseguono le consultazioni tra gli amministratori locali per “pesare” il consenso dei due candidati, anche se non è escluso che una terza figura, di mediazione, possa scendere in campo al posto di Gaffuri e Livio.
«Due sindaci hanno manifestato la loro disponibilità – afferma Savina Marelli – Per ora la discussione è con loro due, poi si vedrà». La responsabile provinciale del partito lascia dunque la porta aperta a un terzo candidato.
Stasera il Pd dovrà anche decidere quale strada seguire per scegliere chi correrà per Villa Saporiti: si va verso una sorta di “primarie” ristrette però ai soli amministratori locali, a coloro cioè che dovranno votare. I tempi, però, sono ristretti: le liste devono essere depositate il 21 settembre ed entro tale data devono essere raccolte le 260 firme di consiglieri comunali a sostegno delle candidature.

Nella foto:
Il 12 ottobre gli amministratori locali dovranno designare il nuovo governo di Villa Saporiti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.