Pubblico e privato uniti per il futuro di Como. Nel mirino edifici pubblici e impianti sportivi

Erba Lariofiere, convegno BCC Partnenariato tra pubblico e privato

Un asse strategico tra pubblica amministrazione, vedi Comune di Como, e la Bcc Brianza e Laghi di Alzate Brianza per risolvere alcuni dei problemi della città.
A lanciare l’idea è il presidente della banca Giovanni Pontiggia, durante il convegno di ieri mattina a Lariofiere sul tema del Partenariato Pubblico-Privato, strumento che ben si adatterebbe, come è stato spiegato, a realizzare impianti sportivi o alla rigenerazione di edifici pubblici, solo per citare alcuni esempi di utilizzo. E in sala, in prima fila, pronto a raccogliere l’invito, oltre naturalmente anche a numerosi altri amministratori, c’era il sindaco di Como Mario Landriscina.
E lo strumento vincente, per ragionare insieme, su come affrontare alcune sfide future per la crescita di Como, è appunto il Partenariato Pubblico-Privato, che ieri è stato analizzato sotto ogni aspetto. «Dico al sindaco di Como, noi ci siamo. Sfatiamo il mito della piccola banca di paese, il sistema di istituti di credito cooperativo è radicato nel territorio. Possiamo reggere il confronto con gli altri e soprattutto così si potrebbe lavorare in sinergia con il soggetto pubblico, ottenendo un primo indubbio vantaggio come quello di poter concentrare le ricadute di questa collaborazione sul nostro territorio», dice Pontiggia. In estrema sintesi va infatti specificato come il Ppp rappresenti una corsia preferenziale che garantisce al pubblico soluzioni rapide, meno sprechi e soprattutto meno rischi. E permette di converso al privato di allentare qualche laccio burocratico. In tempi di risorse scarse, il Ppp è potenzialmente in grado di mantenere elevato il livello di investimenti. Dando ossigeno anche alle economie locali. Ed è in questa direzione che si è mossa la Bcc Brianza e Laghi di Alzate Brianza nell’organizzare il convegno di ieri sulle nuove forme di partnership tra pubblico e privato. L’invito del presidente Pontiggia è subito stato raccolto dal sindaco di Como. «L’amico Giovanni ha lanciato un appello, una sfida al territorio comasco e alla città di Como per fare sistema, unirsi, progettare e finanziare piani di intervento creando sinergia tra pubblico e privato – spiega Landriscina – E noi rispondiamo alla sollecitazione raccogliendo la disponibilità della Bcc. Vedremo naturalmente con quali tempi, obiettivi e su quali asset. Vedremo il presidente Pontiggia che soluzioni ha da mettere sul tavolo». E la volontà di riunire i soggetti coinvolti, come accaduto ieri mattina a Lariofiere in occasioni del convengo dal titolo “Il Partenariato Pubblico-Privato. La collaborazione fra pubblico e privato al servizio del territorio”, nasce dall’osservazione della realtà. «È chiaro, dopo aver ascoltato e assistito a diversi incontri – spiega il presidente Giovanni Pontiggia – che questo strumento è un vero mezzo per rilanciare le economie locali coinvolgendo le piccole e medie imprese, i comuni e le banche». E in tal senso risulta decisivo «il ruolo centrale delle banche di credito cooperativo, da sempre radicate nei diversi contesti territoriali – spiega Enrico Duranti, direttore generale di Iccrea BancaImpresa Spa che insieme alla Bcc Brianza e Laghi e Anci Lombardia ha organizzato il convegno – Il sistema Iccrea che da tempo crede in questa possibile sinergia, sta già da anni formando proprie competenze interne che possano poi presentarsi come le figure di raccordo con i comuni che magari non hanno tutte le nozioni tecniche necessarie. Si tratta di una sfida decisiva per il futuro».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.