Pusiano, lavori del tunnel in bilico

La galleria da 23 milioni
Ieri l’udienza in Tribunale per il ricorso dei residenti. Decisione entro pochi giorni
(e.c.) Si è conclusa con un rinvio l’udienza di ieri mattina in Tribunale sul destino del tunnel di Pusiano. Uno di fronte all’altro, i legali dei residenti nelle vicinanze del maxi-cantiere, quelli dell’amministrazione provinciale e quelli dell’impresa che sta realizzando l’opera, la Cossi Costruzioni.
Sul tavolo, il ricorso presentato d’urgenza da 18 abitanti in un quartiere residenziale a pochi passi dalla zona delle operazioni.

A loro dire, infatti, con l’avvio del cantiere sarebbero apparse nelle abitazioni crepe e fessurazioni molto preoccupanti. Il momento più critico coincise con l’ultima settimana di giugno, quando due famiglie vennero addirittura evacuate dalle proprie abitazioni per procedere con una serie di verifiche statiche sulle villette. Nel giro di sette giorni, ad analisi compiute, i nuclei familiari fecero ritorno a casa e i lavori per il tunnel da 23 milioni di euro ripresero senza particolari intoppi (peraltro, la Cossi Costruzioni di Sondrio è un colosso mondiale proprio nel settore delle costruzioni di gallerie).
A dispetto delle settimane di calma apparente, però, il 24 luglio ecco che – come si accennava – ben 18 residenti nell’area potenzialmente interessata dai riflessi degli scavi hanno presentato il ricorso d’urgenza al Tribunale di Como.
L’udienza si è svolta ieri, ma alla fine non ha ancora sciolto il dilemma sulla prosecuzione o meno dei lavori. Il giudice, infatti, si è riservato di comunicare la decisione entro i prossimi giorni, valutando nel contempo l’ipotesi di affidarsi a un consulente tecnico per un nuovo approfondimento sulla situazione.
Mentre i residenti – tramite i legali – hanno ribadito i timori per danni alle proprietà, l’avvocato della Provincia, Mario Lavatelli, ha esposto la tesi diametralmente opposta.
«Sia i tecnici dell’amministrazione, sia quelli dell’impresa – ha affermato ieri – hanno nuovamente ribadito che non esiste alcun rischio per le abitazioni che si possa collegare al cantiere per il tunnel. La situazione si è stabilizzata e sono state apportate anche modifiche alle operazioni. Peraltro, gli stessi residenti, dopo essere stati sfollati a giugno, hanno firmato il documento per rientrare nelle case attestando l’assenza di pericolo. La sospensione dei lavori, inoltre, sarebbe controproducente per tutti. Ora attendiamo la decisione del giudice».
A questo proposito, i tempi dovrebbero essere brevi anche se ovviamente c’è l’incognita del Ferragosto, venerdì prossimo. Al massimo entro pochi giorni, comunque, si saprà il destino – almeno nell’immediato – della milionaria galleria.

Nella foto:
Una fotografia scattata recentemente all’interno della maxi-galleria in costruzione a Pusiano (foto Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.