Qualità della vita, il medico: «Manca il ricambio generazionale»

Gianluigi Spata

I dati che emergono con maggior preoccupazione, soprattutto in questo periodo dominato dalla pandemia, sono quelli relativi all’ambito sanitario. Come visibile nelle cifre riportate a pagina 3, il basso numero di medici di medicina generale così come degli infermieri, sono un campanello d’allarme per il sistema sanitario locale, così come l’altissimo dato dei casi di Covid ogni mille abitanti. Per inquadrare la situazione interviene Gianluigi Spata, presidente dell’Ordine dei medici di Como e della Federazione regionale lombarda.
«Manca il ricambio generazionale. Il numero di borse di studio è insufficiente, sia a livello nazionale che a livello locale. Non si riescono a sostituire i medici di famiglia che vanno in pensione. Poi, in provincia di Como – soprattutto in ambito specialistico – qualche medico va a lavorare in Svizzera – spiega Spata – Pratica questa, invece, molto più diffusa tra gli infermieri, che per differenza di stipendio e a volte di condizione lavorativa passano il confine. Tornando ai medici di medicina generale, gli ambiti scoperti della nostra provincia sono i paesi più disagiati, le zone delle montagne e delle valli lariane». Un quadro che diventa allarmante in un’emergenza come quella che stiamo vivendo e con l’alto numero di contagiati ogni mille abitanti (siamo quasi a quota 46 positivi). «La prima ondata ha colpito in modo violento Brescia, Bergamo e Lodi, e in questi territori è stata quindi sviluppata una certa immunità. A Como, Varese, Lecco e Monza invece nella seconda ondata purtroppo il virus ha trovato terreno fertile. Bisogna partire con le vaccinazioni, l’unico strumento che può garantire l’immunità di gregge – aggiunge Spata – Sono davvero arrabbiato per i comportamenti irresponsabili delle ultime ore e per le regole sempre più blande: il rischio è di iniziare la vaccinazione anticovid nel 2021 nel pieno di una terza ondata. Dobbiamo evitarlo».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.