Raccolta firme per il campo da rugby In poche ore ben 879 adesioni

L’iniziativa proseguirà fino a settembre
(m.pv.) «Anzitutto vogliamo ringraziare tutti coloro che hanno firmato e hanno collaborato alla raccolta delle firme. Nella prima uscita del gazebo abbiamo raccolto ben 879 firme». Con queste parole il Rugby Como Asd ha comunicato ieri l’esito della prima giornata di raccolta firme per chiedere un campo da rugby tutto per questo sport, considerati soprattutto l’alto numero di squadre della società lariana (9) e il conseguentemente elevato numero di atleti, 220. «La provincia di Como è l’unica in tutta la Lombardia che non ha un impianto dedicato al nostro sport», sottolineano i dirigenti. E proprio per questo motivo, la società ha lanciato l’idea della raccolta firme tra i comaschi. Il banchettino allestito in piazza Boldoni ha ottenuto un grande successo, tanto che in poche ore, come detto, le firme raccolte sotto lo slogan “In campo per il campo, 28 luglio – 28 settembre”, ha raccolto ben 879 adesioni.
«Sono tante – sottolinea il Rugby Como – ma dopo questa ottima partenza non ci fermiamo di certo. Vogliamo consegnare in Comune il più alto numero di firme che sarà possibile». Fino a oggi i ragazzi della palla ovale devono montare e smontare il campo in cui giocano (al Belvedere) prima e dopo ogni gara, cancellando pure le righe tracciate. Una situazione decisamente scomoda per uno sport in grande crescita.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.