Raccolti rifiuti, a Como 490 chili per abitante

Raccolta rifiuti a Como

Rifiuti, a Como se ne producono ogni anno 490 chilogrammi per abitante.
Un dato superiore alla media regionale che è pari a 478,8 chilogrammi ma inferiore sia al dato medio nazionale (499,7 kg) sia a quello delle regioni del Nord (517 kg).
Sono questi solo alcuni dei numerosi elementi consultabili sul sito dell’Arpa che ha fornito gli ultimi aggiornamenti sui dati dei rifiuti urbani (2018), speciali (2017) e dei rifiuti trattati nelle principali tipologie di impianti (2018). Innanzitutto a livello regionale va detto come, nel 2018, la produzione totale di rifiuti urbani sia stata pari a 4.816.332 tonnellate, con un aumento di +2,8% rispetto al 2017. In questa mole di numeri, un altro tema molto importante è quello relativo alla percentuale di raccolta differenziata che è salita in Lombardia al 70,8%, corrispondente a 3.409.356 tonnellate di rifiuti raccolti separatamente. Concentrandosi invece sulla città di Como la differenziata ha toccato quota 72,3% con 29.249.721 chili, ovvero 354,4 chilogrammi per abitante, ogni anno. Molto interessante anche l’analisi della percentuale di avvio a recupero di materia che arriva sempre a Como al 65,6 %, dato in leggera flessione dell’ 1,8% rispetto al 2017. Sempre a Como balza in alto del 5% il dato relativo al recupero di energia dallo smaltimento dei rifiuti (quota 29%). Infine un elemento importante è quanto si è speso nel 2018 per l’intera gestione dei rifiuti: 13.277.107 euro con una ricaduta pro capite all’anno per ogni abitate di 160,9 euro (erano 158,9 euro nel 2017). Costo che per le altre realtà più popolose della provincia di Como, ovviamente parametrato al numero decisamente inferiore di abitanti, è stato a Cantù pari a 3.664.341 ovvero 91 euro per abitante mentre a Erba si è toccata invece la quota di 58,5 euro. Altro tema di rilievo infine è la produzione totale dei rifiuti speciali che nel 2017 in Lombardia ha sfiorato i 18.000.000 di tonnellate (17.948.403 tonnellate), circa un quinto di quella nazionale. Mentre, in questo caso guardando al territorio provinciale nel suo complesso ha raggiunto quota 682.230 tonnellate. I rifiuti non pericolosi ammontano a 579.398 tonnellate, mentre i rifiuti pericolosi sono 102.832 tonnellate. Grazie alla ricca dotazione di impianti, in Lombardia vengono inoltre trattate anche circa 42.000.000 di tonnellate di rifiuti, principalmente con operazioni di recupero per un totale pari a 35.405.611 tonnellate, per la produzione di “materie prime secondarie”, note come End of Waste.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.