Raid Pavia-Venezia: dopo 10 anni di stop torna una “classica” della motonautica

Daniele Ravaioni

È il gran giorno del Raid motonautico internazionale Pavia-Venezia, che torna ad essere disputato dopo dieci anni di assenza e che è gemellato con la comasca Centomiglia del Lario (ci sarà anche una classifica comune riservata a barche Endurance per i piloti che parteciperanno ai due eventi).

L’appuntamento è per oggi con una variazione che riguarda il percorso. La gara, che si snoda su un itinerario di oltre 413 chilometri, non partirà da Pavia come da tradizione, ma prenderà il via invece da Monticelli d’Ongina in località San Nazzaro (Piacenza). Uno spostamento che si è reso necessario a causa delle avverse condizioni del fiume Po nelle vicinanze di Pavia – livello troppo basso – che hanno imposto alla Federazione ed agli organizzatori di trovare un luogo adatto per la partenza e che al tempo stesso garantisse le necessarie condizioni di sicurezza per i piloti.

Grande è l’attesa per i comaschi che saranno al via. Una truppa capitanata dal dieci volte campione del mondo di Formula 1 Guido Cappellini, che parte con l’intenzione di aggiungere alla bacheca uno dei pochi trofei che non è riuscito a conquistare.

Con i colori dello Yacht Club Como sarà presente Tullio Abbate Junior. Sempre con il sodalizio di viale Puecher ci sarà Daniele Ravaioni, nella foto, ex rallista che ha scelto di rimanere nel mondo dei motori, cambiando specialità.
In lizza sullo stesso scafo, Guglielmo Martinelli, con la madre, Laura Pertusini, ma anche Christian Cesati in gara assieme a papà Simone. Con la madre, Marilena Piraino, addetta al carrellaggio.

PER SEGUIRE LA GARA IN DIRETTA CLICCARE QUI

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.