Rally Aci-Etv 2010. Rossetti concede il bis

Como 23 ottobre 2010 p.zza Cavour premiazione 29 Rally trofeo Aci Espansione tv

Automobilismo – Secondo successo consecutivo del pilota friulano nella corsa lariana Corrado Fontana è il migliore comasco, con il quinto posto nella classifica finale

Oltre 150 chilometri di prove speciali, con la gara decisa da una lotta sul filo dei centesimi. Non è enfatico, ma realistico, definire il Rally Aci Como- Etv 2010 come una delle edizioni più belle della competizione lariana, che il prossimo anno festeggerà la trentesima tappa.
Alla fine ha avuto la meglio, per il secondo anno consecutivo, l’equipaggio dell’Abarth Grande Punto, Luca Rossetti-Matteo Chiarcossi, che ha avuto la meglio, di solo 1’’, rispetto alla coppia della Skoda ufficiale Jan Kopecky-Petr Stary. Terzo posto, a 46’’, per i portacolori Peugeot Alessandro Perico-Fabrizio Carrara.
Ritirato, dopo che il primo giorno aveva chiuso al secondo posto a pochi decimi da Rossetti, l’equipaggio veneto Giandomenico Basso-Mitia Dotta, pure su Abarth.
Migliore comasco al traguardo, Corrado Fontana (navigato dal ligure Nicola Arena), quinto su Peugeot 207. Per lui incetta di riconoscimenti al traguardo, visto che ha portato a casa, oltre alle coppe “istituzionali”, anche il trofeo di “Corriere di Como” ed Etv riservato al migliore pilota di casa nostra. Tra i copiloti è stato invece premiato Roberto Riva, undicesimo a fianco di Maurizio Mauri.
Ma non solo: per essere stato il migliore lariano nella prova Val Cavargna ha ricevuto il premio dedicato a Pietro Castelli, corridore scomparso nell’incidente d’elicottero avvenuto a Porlezza nel 2005.
«Sempre bello guidare sulle strade di casa su percorsi che conosco fin da quando ero piccolo, quando venivo a seguire mio papà – ha detto alla fine Fontana – L’unico rammarico è che, senza qualche guaio, avrei potuto lottare per il podio, un risultato che, penso, poteva essere alla mia portata».
Un ritorno in grande stile, dunque, per Fontana (al via con i colori della scuderia Bluthunder), dopo l’assenza dello scorso anno. Per lui tanti applausi, dal pubblico che ieri ha seguito numeroso le cerimonie d’arrivo e premiazione in piazza Cavour e anche dai tanti appassionati che hanno affollato i tratti cronometrati tra Triangolo Lariano e le Valli Intelvi e Cavargna.
Una manifestazione che ancora una volta ha fatto centro, con i grandi protagonisti del rallismo tricolore che si sono confrontati sulle strade del territorio lariano. E tutti hanno avuto parole di elogio per l’organizzazione curata dall’Aci e per le prove speciali. Giudizio unanime anche per definire il difetto di questa corsa: «Il traffico di Como che abbiamo trovato nei trasferimenti» hanno detto tutti.
D’altronde che la provincia comasca sia abbastanza complicata per chi deve disegnare una gara è noto. Ma è anche vero che i tratti cronometrati lariani non hanno nulla da invidiare a quelli delle altre corse italiane.
«La Val Cavargna è una tra le mie prove preferite – ha detto il vincitore Luca Rossetti – Ma tutto il rally è bello. Da queste parti ho anche molti tifosi e considero questa una corsa di casa, visto che vivo in Valtellina. Per questo sono molto contento per il successo, anche se rimane un po’ di rammarico per come è andato il campionato italiano, visto che fino alla scorsa gara ero in lotta per lo scudetto».
Il triangolino tricolore è invece andato alla coppia Paolo Andreucci-Anna Andreussi, della Peugeot, casa che ha peraltro conquistato il titolo marche, ma lo ha fatto grazie ai già citati Perico-Carrara, visto che il campione italiano sul Lario è stato rallentato da una serie di forature e ha ottenuto soltanto il nono posto finale.
«Purtroppo in questa occasione siamo stati sfortunati – ha detto Andreucci – ma, per come è andata la stagione , direi proprio che non posso lamentarmi. E poi sono contento per Peugeot, che qui ha vinto la classifica finale del campionato marche».

Massimo Moscardi

Nella foto:
Il finale in piazza Cavour per gli equipaggi che hanno chiuso sul podio al Rally Aci Como-Etv

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.