Rapina in lavanderia a Como: per arma usa una penna a sfera

Como, stazione Como Borghi

Una rapina dal contesto insolito. È quella avvenuta nella giornata di martedì a Como in via Sirtori. Un marocchino di 22 anni residente a Cucciago, già ben noto alle forze dell’ordine, è stato però individuato dagli agenti delle volanti della questura e condotto in carcere al Bassone.

L’episodio contestato sarebbe avvenuto all’interno di una lavanderia-lavasecco della via. Il sospettato avrebbe avvicinato una signora che stava lavando i propri abiti, minacciandola con un’arma del tutto insolita, seppur appuntita e potenzialmente pericolosa: una penna a sfera.

La vittima, comunque intimorita dalla minaccia, ha consegnato al malvivente quando aveva, ovvero due banconote da 20 euro, una delle quali si è anche strappata nel corso dell’aggressione. Il rapinatore si è poi allontanato. La signora – spaventata – ha chiamato la polizia che è giunta in via Sirtori e ha ascoltato il racconto della vittima.

Dalla descrizione fornita – con una particolarità fisica dell’aggressore facilmente riconoscibile – gli agenti sono riusciti a dare un nome e un cognome al sospettato che è stato individuato poco dopo nei pressi della stazione ferroviaria di Como Borghi, poco distante dal punto della rapina.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.