Rapina in viale Masia. Condannato tunisino

IL SOCIO AVEVA GIÀ PATTEGGIATO
Rapinarono un supermercato di viale Masia nell’aprile del 2012, dando poi il via a un maxi-inseguimento per le vie del centro città. Chiuso con l’arresto da parte delle volanti della polizia dopo una collaborazione iniziale con un carabiniere fuori servizio e con un agente di polizia provinciale di Verbania, sul Lario di passaggio. Due tunisini hanno definito in queste ore la loro posizione con la giustizia: il primo ha patteggiato 2 anni di pena, mentre il secondo è comparso ieri mattina in
aula, per essere giudicato dal collegio del tribunale di Como: alla fine ha rimediato la condanna a 2 anni e 6 mesi di pena. L’inseguimento rocambolesco era iniziato in viale Masia ed era poi proseguito fino a via Sacco, nei pressi dell’ospedale Valduce, dove le volanti riuscirono a fermare il rapinatore in fuga grazie anche all’aiuto di un agente di Verbania, che era in città per fare visita ad alcuni parenti.

Mauro Peverelli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.