Ratti, approvato il bilancio: -45 milioni di ricavi rispetto al 2019

L'ingresso dello stabilimento della Ratti a Guanzate

Il Consiglio di Amministrazione di Ratti S.p.A., società leader nella creazione, produzione e distribuzione di tessuti di alta gamma a livello internazionale, ha approvato oggi il progetto di bilancio di esercizio e consolidato 2020.
“I risultati 2020 sono stati profondamente influenzati dagli effetti legati alla diffusione del Covid-19 – si legge nella nota di Ratti – che ha determinato il forte rallentamento dei consumi di moda-abbigliamento nel periodo in oggetto, con il conseguente calo della domanda per le aziende che operano a monte della filiera. Nonostante tali effetti, il Gruppo chiude l’anno con un risultato positivo, conferma una solida posizione finanziaria e prosegue con il proprio piano di investimenti. Pur guardando al futuro con cauto ottimismo, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di non proporre all’Assemblea ordinara dei Soci la distribuzione di dividendi. Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre esaminato ed approvato il Bilancio di Sostenibilità, che include la Dichiarazione Non Finanziaria 2020, e che descrive le attività più rilevanti svolte dal Gruppo in ambito sociale, ambientale ed economico”.

Nell’esercizio 2020 il Gruppo Ratti ha realizzato ricavi pari a Euro 71,2 milioni, in diminuzione di Euro 45,0 milioni rispetto all’esercizio precedente (–38,7%). La contrazione del fatturato è collegata alla debolezza dei consumi del settore moda-abbigliamento, penalizzato a livello globale dalle stringenti misure di restrizione adottate dai paesi colpiti dal virus, tra cui la chiusura dei punti vendita, le limitazioni al turismo e la sospensione delle attività produttive, con il conseguente impatto sui ricavi del periodo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.