Reati in calo nella provincia di Como. Crescono però rapine e violenze sessuali
Cronaca, Territorio

Reati in calo nella provincia di Como. Crescono però rapine e violenze sessuali

Reati in calo in provincia di Como. Una tendenza positiva quella fatta registrare nei primi 8 mesi del 2018 – rispetto allo stesso periodo del 2017 – che però presenta segnali d’allarme in alcuni settori. Il fronte più caldo, sia a livello provinciale che cittadino, rimane quello delle rapine che sono, seppur in maniera contenuta, in crescita. Salgono anche i casi di violenza sessuale nel territorio lariano.

Tutti i numeri illustrati ieri mattina dal questore di Como Giuseppe De Angelis – coadiuvato da Riccardo Buonomo (ufficio stranieri) e Sergio Papulino (squadra mobile) – si riferiscono al confronto tra il primo gennaio e il 10 agosto 2018 con lo stesso lasso di tempo del 2017.

Andando con ordine ecco i numeri a livello generale: in provincia di Como i reati passano dai 10121 del 2017 ai 9319 del 2018. Ovvero meno 802 casi. Passando alla città di Como invece il confronto fa segnare 2724 reati nel 2017 e 2439 nel 2018, con una decrescita di 285 casi. Passando alle note negative invece ecco che le rapine in provincia di Como – sempre nel medesimo periodo di riferimento – sono cresciute da 98 a 101 casi, ovvero una media di 12 colpi al mese. Numeri in salita anche se si guarda alla città di Como, dove si è passati da 36 casi a 48. «In questa fattispecie c’è anche da tenere conto che diversi colpi sono ad esempio stati messi a segno da una sola persona», spiega il questore. Da segnalare inoltre un’impennata nei colpi ai danni delle farmacie.

Altra nota dolente, gli episodi di violenza sessuale nel territorio lariano, passati da 25 casi a 28 (14 le persone arrestate). Sul fronte negativo infine va anche segnalata un’impennata nei danneggiamenti che, sempre in provincia di Como, sono passati dai 1044 casi del 2017 agli attuali 1280. Tornando alle buone notizie va segnalata la situazione sul fronte dei furti (compresi quelli in abitazioni e ai danni di anziani), che calano dai 4969 del 2017 a quota 4758 nel 2018, ovvero più di duecento in meno. Stesso trend in città, dove i furti passano da 1197 a 1094. «I controlli sul territorio sono decisivi per rendere sempre migliore l’opera di vigilanza», spiega il questore De Angelis, introducendo i numeri relativi proprio al settore, che indicano essere stati 16.340 i controlli rispetto ai passati 11.080. Inoltre le minacce sono scese da 349 nel 2017 alle 257 del 2018. Le lesioni dolose calano da 284 nel 2017 a 252 nel 2018 e le truffe e frodi informatiche da 657 a 548.

Sul fronte del sequestro degli stupefacenti i chili recuperati nel 2018 sono stati 5 contro i 2kg e 800 grammi del 2017. «Infine sono a oggi 44 i Daspo in essere, che si riferiscono anche a provvedimenti emessi prima del mio arrivo, tutti nei confronti di tifosi di calcio», dice il questore. Passando agli uffici, tra quelli più operativi c’è quello passaporti. Le richieste sono infatti lievitate da 8.145 del 2017 a 12.040 del 2018. «È per noi uno sforzo notevole in termini di personale. Chiediamo anche aiuto ai cittadini affinchè non aspettino gli ultimi giorni prima della scadenza per chiedere un nuovo documento», aggiunge De Angelis.

Sul fronte della Polizia stradale i controlli sui veicoli eseguiti sono passati da 3995 del 2017 ai 4384 del 2018, mentre i veicoli sequestrati sono 287 rispetto ai 144 del 2017. Le multe salgono a 4400 rispetto alle 3537 del passato. Invariato il numero della patenti ritirate: 250. «La situazione nel complesso è migliorata sul territorio. Rimangono ovviamente delle situazioni da monitorare ma il bilancio è positivo», conclude il questore di Como.

15 agosto 2018

Info Autore

Fabrizio

Fabrizio Barabesi fbarabesi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto