Reddito di cittadinanza: altri due “furbetti” sorpresi dalla guardia di finanza a Mozzate e Beregazzo

Guardia di Finanza

Altri due “furbetti” del reddito di cittadinanza pizzicati dalla guardia di finanza. È quando segnalato dalle fiamme gialle della compagnia di Olgiate Comasco che hanno effettuato trenta controlli e scoperto venti persone che lavoravano in nero, tra le quali due che incassavano il sussidio avviato dal governo giallo-verde.
Il primo caso è stato scoperto a Beregazzo, in un’azienda ortofrutticola. Qui i militari hanno accertato la presenza di un uomo che lavorava in nero da alcuni mesi e beneficiava anche del reddito di cittadinanza. Un secondo caso analogo a Mozzate, in un’attività che commercia generi alimentari. Entrambi i lavoratori sono stati denunciati e sono state subito avviate le procedure per la revoca del sussidio.
La guardia di finanza ha applicato i provvedimenti amministrativi, che prevedono per il datore di lavoro una multa fino a un massimo di 12.960 euro.
I finanzieri di Olgiate Comasco negli ultimi mesi hanno incrementato le ispezioni nelle aziende e attività commerciali per contrastare la piaga del lavoro nero e dell’evasione fiscale. Sono stati effettuati 123 controlli in bar, ristoranti, lavaggi auto, strutture ricettive e rivendite alimentari, per verificare la posizione lavorativa del personale impiegato. Nel corso delle operazioni, svolte nella zona dell’Olgiatese, sono stati identificati centinaia di dipendenti, 85 dei quali risultati totalmente “in nero” in quanto privi di copertura assicurativa e regolare assunzione.
Uno di questi, che prestava servizio in modo irregolare a Bizzarone, era minorenne. Quattro i casi accertati di percettori del reddito di cittadinanza che avevano anche un salario. Sono state contestate sanzioni amministrative per 180mila euro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.