Respighi con “Amadeus”, torna a incidere il violinista Davide Alogna

alt

Classica “made in Lario”

Lo scorso mese di settembre, la prima parte dell’integrale delle “Sonate” per duo violino-pianoforte di Franz Schubert, abbinata ad “Amadeus”, la principale rivista di classica italiana, ha visto protagonista il comasco Davide Alogna, in duo con il pianista David Boldrini: un fraseggio di rara eleganza e armonia, il loro, segno prima di tutto di un’intesa profonda.
In attesa della seconda parte della raccolta, il violinista – che dallo scorso anno è anche direttore artistico del

festival “Como Classica” che ha già totalizzato oltre 400 sostenitori – sta preparando sempre per “Amadeus” un nuovo compact disc. Questa volta tutto dedicato al compositore italiano Ottorino Respighi, con il Concerto all’Antica per violino e orchestra («Una pagina meravigliosa e quasi sconosciuta», dice Alogna), che verrà portato a Como in concerto prossimamente. Nell’album ci saranno anche la Suite orchestrale “Gli Uccelli” e i Sei pezzi per violino e pianoforte op. 31.
Il disco dovrebbe uscire con il numero di maggio della rivista. Ma Alogna è già, in parallelo, al lavoro su un altro progetto discografico. Si tratta di un cd per l’etichetta Brillant con musiche del compositore contemporaneo Raffaele Cacciola (allievo di maestri del ’900 quali Berio, Donatoni e Castiglioni), che registrerà fra una settimana.
L’infaticabile Davide, appena tornato da un esotico viaggio di nozze, terrà poi una masterclass di violino in Turchia e, da solista, suonerà sia a Istanbul sia ad Ankara con l’orchestra da camera Academic Baskent di Ankara sotto la direzione del direttore dei Berliner Symphoniker Lior Shambadal. Inoltre suonerà il 22 febbraio nella prestigiosa Sala Piatti di Bergamo, in duo con Irene Veneziano. Il 5 marzo suonerà all’Istituto Italiano di Cultura di Parigi con il pianista Boldrini per presentare il cd Amadeus e il 7 suonerà a Roma, all’Accademia Filarmonica.
Poi partirà in una importante produzione con l’Orchestra di Sanremo con cui suonerà sia nella Città dei fiori (13 marzo), sia a Como al Teatro Sociale (il 15 marzo), sia a Brescia, registrando per la copertina di “Amadeus” dedicata a Respighi
Dopo altre presentazioni schubertiane a Trapani (30 marzo, presso gli “Amici della musica”), al Cinema Teatro di Chiasso (5 aprile) e al Centro Studi Busoni di Empoli (4 aprile), suonerà da solista con la Filarmonica Italiana il 6 aprile al Teatro di Treviglio per partire poi per una tournée in Messico con l’Orchestra Sinfonica di Stato del Paese americano. In repertorio di nuovo Ottorino Respighi, sotto la direzione dell’americano Paul Chiang per diverse date nelle città principali tra cui Toluca e Città del Messico nel locale tempio della musica, il “Palau de Bellas Artes”.
Alogna ha anche in agenda una tappa berlinese, il 27 aprile: suonerà il “Doppio concerto” di Johann Sebastian Bach in coppia con la solista statunitense Sumiko Tajihi nella Philarmonie di Berlino, la celebre sala dei Berliner Philarmoniker.
Il violinista però non dimentica il pubblico lombardo: suonerà a Varese domani alle 19 con la pianista Irene Veneziano, per la prima volta insieme, nel bellissimo salone del Grand Hotel Palace di via Manara 11. In programma musiche di Mozart, Dvorak, Chopin e Debussy. Prenotazioni al numero di telefono 320.69.676.65 e, via posta elettronica, all’indirizzo email info@greyhoundhelp.org. Parte del ricavato del concerto sarà devoluta all’associazione Greyhoundhelp. Ingresso 20 euro. Ulteriori info e ascolti sul sito ufficiale del violinista lariano www.davidealogna.it, versioni liquide anche sul sito di “Amadeus”, www.amadeusonline.net.

L.M.

Nella foto:
Il violinista comasco Davide Alogna ha una fitta serie di impegni in agenda

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.