Richiamato perché non indossa la mascherina, aggredisce gli agenti: arrestato

Aggressione in stazione a Bologna: protagonista un comasco

Era all’interno della stazione di Bologna, in attesa di prendere il treno. Due agenti della Polfer si sono avvicinati, richiamati dal fatto che il ragazzo non indossava la mascherina, dispositivo di protezione individuale obbligatorio in tutti i luoghi al chiuso per evitare il contagio e la diffusione del Covid-19 in questi mesi di emergenza sanitaria.

Una volta che i poliziotti ferroviari hanno spiegato il motivo del loro intervento, il giovane – al posto che indossare la mascherina e chiudere subito la vicenda – ha pensato bene di reagire aggredendo gli agenti, prima insultandoli poi cercando di colpirli. Per bloccarlo, è nata una colluttazione in cui un poliziotto è rimasto ferito. Un 19enne di Como è stato così arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, ma anche per il possesso di droga e di un coltello a serramanico. Già, perché la successiva perquisizione ha permesso alla Polfer di recuperare l’arma, decine di grammi di marijuana e pure mille euro in contanti. Materiale posto sotto sequestro.

La vicenda, tuttavia, non è finita qui. La Polizia ferroviaria ha infatti informato i colleghi della squadra Mobile di Como che hanno proseguito il lavoro nell’abitazione del giovane nella nostra città. Uno scrupolo che ha portato a scoprire altre tre piante di marijuana che erano coltivate nell’appartamento del 19enne, con tutto l’occorrente per farle crescere rigogliose. Anche le piante rinvenute, e il materiale recuperato, sono stati sequestrati e messi a disposizione della procura di Como.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.