Ricordo di Gianfranco Miglio, giurista e politologo

Gianfranco Miglio

Oggi erano vent’anni dalla scomparsa di Gianfranco Miglio. Nato a Como l’11 gennaio 1918 e morto il 10 agosto 2001, Gianfranco Miglio nella sua attività di giurista, politologo e politico è stato un teorizzatore della trasformazione dello Stato italiano in senso federale. Fu docente all’Università Cattolica di Milano e preside della facoltà di Scienze politiche dal 1959 al 1988.

Tra gli anni Ottanta e i Novanta è stato considerato l’ideologo della Lega Nord, fu eletto al Senato proprio nelle liste della Lega prima di rompere con il leader del Carroccio Umberto Bossi e dar vita alla breve stagione del Partito Federalista. Da ricordare che, tra il 1951 e il 1959, Miglio diede vita con i suoi collaboratori a un’impresa monumentale: l’antologia “Larius”, uno dei capisaldi editoriali che hanno celebrato il Lago di Como. Un’opera enciclopedica sulla storia, le tradizioni e l’iconografia delle terre lariane.

Il sottosegretario all’Interno Nicola Molteni ha voluto ricordarlo: «I suoi insegnamenti sempre attuali, un fine pensatore e scienziato della politica, un autentico federalista, un politologo e giurista di altissimo livello, ideologo della Lega nei primi anni ’90. I suoi scritti, a distanza di anni, rimangono ancora oggi attuali, simbolo e guida di un percorso di autonomia dei nostri territori sempre vivo nelle nostre comunità e nelle nostre coscienze».

Oggi, a Villa Camilla, se del Comune di Domaso, si è tenuto un incontro commemorativo a cui ha partecipato l’assessore regionale all’Autonomia e Cultura, Stefano Bruno Galli.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.