Rigenerazione urbana con le foto di Angri

Gin Angri

Mostre fotografiche ma anche eventi teatrali e dibattiti per dare nuova vita e nuova linfa a una fetta di Como. L’ex tintostamperia della Val Mulini, dismessa da anni, si rianima grazie all’entusiastica cooperazione dei proprietari, la famiglia Cannavale: Confcooperative Insubria, in collaborazione con il consorzio Abitare e il programma Generazioni, recupera lo spazio a lato di via Napoleona, a Como, per organizzare mostre fotografiche, spettacoli teatrali, dibattiti e iniziative artistiche. Un riuso temporaneo per ospitare iniziative di arte, con installazioni di arte contemporanea, fotografia, con gli scatti di Gin Angri, maestro della fotografia comasca e artista di fama internazionale, e anche teatro, con il calendario della cooperativa AttivaMente. Proprio Gin Angri presenterà il suo lavoro fotografico nello spazio mostre dell’ex tintostamperia in via Mulini 3 a Como martedì prossimo 27 luglio a partire dalle 18. Ingresso libero, prenotazione entro le ore 13 dello stesso giorno via mail all’indirizzo di posta elettronica abitare.como @confcooperative.it. Ingresso libero. La mostra sarà visitabile fino al 30 settembre il sabato e la domenica dalle 15 alle 18.

La documentazione fotografica di Gin Angri evidenzia un paesaggio complesso, dove le scelte narrative determinano percorsi diversificati. «Un gioco in bianco e nero – scrivono gli organizzatori nella presentazione della mostra – che ci irretisce all’interno di luoghi configurabili e percorribili a piacimento da ogni giocatore attivo. L’estetica dello spazio abbandonato, disegnata da memoria impolverate e presenze sul confine della simulazione, non è mai statica».

La mostra è anche l’occasione per prendere visione diretta di due luoghi poco noti: l’ex Pastificio Castelli, già riqualificato, e l’ex Tintostamperia Val Mulini, in fase di ristrutturazione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.