Rilevatori del gas che non funzionano. Occhio alla truffa

alt

La denuncia di una delle molte vittime

(f.bar.) Un rilevatore per le fughe di gas che però non segnala le perdite di gas. Malfunzionamento accidentale o truffa?
Per una signora di 86 anni, residente in città, nessun dubbio: si tratterebbe di un raggiro.
Sospetto rafforzato anche dopo un breve giro su Internet – compiuto grazie all’aiuto di una conoscente – risultato decisamente istruttivo.
Sul Web, infatti, le notizie relative a situazioni identiche, messe a segno in altre regioni d’Italia

sempre dalla stessa società, si sprecano. Da qui la denuncia. All’inizio di gennaio la donna, dopo aver trovato nella cassetta delle lettere un volantino che pubblicizzava un apparecchio in grado di segnalare le perdite di gas, decide di informarsi. Vivendo da sola in casa, la donna pensa di installarlo.
Il 10 gennaio si presenta un addetto della società pubblicizzata che mostra l’apparecchio, ne spiega il funzionamento e ne propone l’installazione a muro. Riesce a venderlo facendosi pagare 249 euro in contanti la mattina stessa dell’incontro, «convincendomi con la sua loquacità e le buone maniere», dice la signora.
Tre giorni dopo però, l’anziana donna lascia inavvertitamente aperto il gas per alcuni minuti. E l’apparecchio appena montato non fa in alcun modo il proprio dovere.
Nessun segnale sonoro né luminoso avverte del pericolo. Il gas continua a uscire e soltanto l’olfatto della donna fa intuire il pericolo. «Subito dopo, grazie anche all’aiuto di un’amica, abbiamo cercato di metterci in contatto con l’azienda. Ma senza esito. Ho lasciato messaggi, richiamato negli orari indicati dalla segreteria telefonica che partiva ininterrottamente, ma mai alcun segnale di vita». A questo punto l’idea: consultare il Web per capire se già altri si fossero per caso imbattuti nella stessa società. Ed ecco che online si materializzano alcune pagine sull’argomento.
Da Trieste a Brescia, fino a Bologna, in tanti sono stati tratti in inganno.
Uguale la tecnica e identico il genere delle vittime: sempre persone anziane. Stessa società, stesso apparecchio, stesso prezzo e, purtroppo, stessa fine. A questo punto la donna ha deciso di sporgere denuncia ai carabinieri.

Nella foto:
Prima di comprare un rilevatore di perdite di gas verificate on line il nome dell’impresa

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.