Rinviato il confronto con gli amministratori chiesto dal comitato

Sindaco impegnato
(f.bar.) Fumata nera per il convegno sulla Ztl proposto dal comitato “Como di Tutti”. Il consigliere di “Adesso Como”, Alessandro Rapinese, da settimane impegnato nel tentativo di contrastare il piano di ampliamento della Zona a traffico limitato messo a punto dall’assessore alla Mobilità Daniela Gerosa, aveva deciso di organizzare, per la prossima settimana, un incontro pubblico in Biblioteca al quale invitare sindaco e rappresentanti della giunta per discutere faccia a faccia con commercianti e cittadini.
«Il sindaco Lucini – spiega Rapinese – mi ha detto che per le prime due date proposte (mercoledì e giovedì prossimi) non riuscirà a liberarsi. Ho chiesto di farmi sapere la prima giornata disponibile così da prepararmi per tempo». Per adesso, dunque, è rinviato l’appuntamento con il comitato.
Intanto, proseguono le operazioni di voto, negli oltre cento negozi disseminati in città in cui i comaschi possono esprimere la loro opinione sull’opportunità o meno di ampliare la zona a traffico limitato nel centro del capoluogo. Le adesioni sono in costante crescita. È infatti stata superata la soglia delle 1.500 firme.
Lunedì prossimo, 17 marzo – dopo le proteste messe in scena con cadenza settimanale esibendo fogli bianchi, accendendo i lumini, soffiando nei fischietti e suonando le note del silenzio – commercianti e cittadini torneranno a Palazzo Cernezzi: prima nel cortile antico, poi in sala Stemmi.
Una volta in Comune, i manifestanti seguiranno i lavori del consiglio comunale che lunedì discuterà anche una mozione presentata dallo stesso Rapinese con cui si chiede di rendere a pagamento quei posti auto all’interno di Palazzo Cernezzi che attualmente sono gratuiti e riservati agli amministratori.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.