Riparte il Challenger di Como dopo un anno di stop

Tennis Como Challenger Atp 2019

Il grande tennis torna in riva al Lario. Lo farà – dopo un anno di stop causa pandemia – con il torneo Challenger Atp “Città di Como” organizzato sui campi in terra rossa di Villa Olmo. I preparativi fervono al Tennis Como, anche perché bisognerà adeguarsi alle richieste dell’Atp in merito proprio al protocollo Covid. Alcune novità sono già note, come quella dell’affluenza sugli spalti che non dovrà superare il 25% della capienza. Un problema per il club perché ovviamente tutto questo si sostanzierà in un obbligato minore incasso al botteghino.

Nonostante questo il Tennis Como ha voluto andare avanti, riproponendo il torneo che è giunto alla 15esima edizione e che, negli anni, ha visto passare sui propri campi alcune delle stelle di oggi, compreso Jannik Sinner, Lorenzo Musetti, Lorenzo Sonego tra gli italiani, ma anche Dominic Thiem, Andrey Rublev, Pablo Carreno Busta (vincitore due volte), il canadese Felix Auger-Aliassime e molti altri. Tornando al protocollo Covid, i giocatori avranno un ingresso separato al circolo, non ci saranno i giudici di linea (se non per semifinali e finali, quindi comanderà tutto l’arbitro di sedia) mentre ci saranno i raccattapalle, che tuttavia non porgeranno asciugamani ma raccoglieranno solo le palline. Gli asciugamani verranno riposti dai giocatori in appositi contenitori personalizzati.

Il torneo scatterà domenica 29 agosto con le qualificazioni (tabellone da 16) mentre il tabellone principale sarà da 32 giocatori con finale domenica 5 settembre. Ci sarà anche un tabellone di doppio da 16 giocatori. Il montepremi è di 45mila euro.
«Sarà soprattutto un torneo in memoria di Giulio Pini – commenta Paolo Carobbio, direttore del circolo e del Challenger – Il nostro ex presidente è stato l’uomo che più ha voluto, spinto e creduto in questo torneo».
Il campione uscente – da due anni ormai – è l’argentino Facundo Mena, in finale sullo slovacco Andrej Martin.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.