Ritorno delle scuole superiori in presenza: il piano garantisce solo il 75% degli studenti

Studenti Como

Lezioni delle superiori in presenza? Al momento la provincia di Como parte con il “vecchio” piano del trasporto pubblico, tarato sul 75% degli studenti e una capienza ridotta al 50% negli autobus. Ieri mattina il prefetto di Como, Andrea Polichetti, ha presieduto una riunione a distanza del Tavolo di coordinamento scuola-trasporti, che era stato istituito all’inizio dello scorso dicembre. Hanno partecipato al vertice anche i sindaci di Mariano e Olgiate, rappresentanti di Villa Saporiti, dei Comuni di Como, Cantù ed Erba, dell’Agenzia per il Tpl, della Motorizzazione civile, del Provveditorato, oltre che delle società dei trasporti Asf, Fnm Autoservizi e Navigazione. «Il sistema di trasporto pubblico locale potrà essere eventualmente rinforzato, con l’introduzione di alcune corse aggiuntive» spiegano dalla Prefettura. Confermato l’invito a tutti i dirigenti scolastici di “spezzare” gli ingressi e le uscite in due fasce orarie: alle 8 e alle 10 al mattino, alle 13 e alle 15 nel pomeriggio.
Non sarà un passaggio facile ad ogni modo, per il Comasco, come per tutta la Lombardia, regione più popolata d’Italia. Il governatore, Attilio Fontana, è intervenuto ieri direttamente sull’argomento. «È insostenibile far tornare tutti gli studenti in classe mantenendo i trasporti al 50%» ha detto innescando le reazioni dell’opposizione.
«Ha avuto mesi e mesi per riorganizzare il servizio ma non ha fatto nulla – ha risposto immediatamente il consigliere regionale del Pd Angelo Orsenigo – Regione Lombardia si è fatta trovare ancora una volta impreparata nel momento del bisogno, coinvolga urgentemente le aziende private per integrare il servizio con autobus turistici».
«Non possiamo che partire così, ci si consenta il rodaggio di una settimana» dice Elisabetta Patelli che partecipa al tavolo in rappresentanza dell’Ufficio scolastico. «Tutto il resto è da mettere a regime non appena avremo la normativa di riferimento – aggiunge – stiamo lavorando tutti nella stessa direzione per il ritorno del 100% degli alunni in presenza ma le scuole devono sentirsi serene, partendo con un margine di flessibilità».
Al di là dei trasporti l’altro grande tema è proprio la capienza delle scuole: perciò entro questa settimana Patelli vuole organizzare una riunione con i dirigenti. «Raccogliamo le difficoltà di molti istituti a superare il 75% in termini di spazi e di organizzazione interna» chiude .
«Da sabato pomeriggio il prefetto si è attivato per affrontare la questione – spiega Angelo Colzani, presidente dell’Agenzia per il Trasporto pubblico locale – Partendo dal piano iniziale, parametrato sul rientro al 75% degli studenti, si studieranno i potenziamenti su alcune linee. C’erano anche dei pullman che non raggiungevano il 50% della capienza, ma arrivavano al 40%. Dobbiamo però anche considerare che, in zona gialla, oltre agli studenti ci si dovrà aspettare un ritorno sui mezzi pubblici anche di un’utenza diversa».
«Il monitoraggio sarà costante, così come avvenuto in passato – aggiunge – La professoressa Patelli intanto si è detta disponibile a effettuare una ricognizione in tutte le scuole, per capire dove si arriverà al 100%. Al momento, con il decreto sul distanziamento nelle classi, non dovrebbero essere molte. Se però tutti gli studenti dovessero tornare a scuola e noi mantenere il 50% di capienza sui mezzi, non è escluso che si facciano intervenire anche aziende private con pullman turistici».
Un passaggio che sarebbe difficile da mettere in atto già per la giornata di lunedì.
«Non sarà comunque un salto nel buio. Partiamo da un piano che ha già funzionato per aggiungere eventuali correttivi. Siamo pronti anche a incrementare gli autobus. Pure sul fronte della Navigazione è stata riscontrata la possibile criticità per alcune corse utilizzate dagli studenti. Il monitoraggio riguarderà tutto il trasporto pubblico» assicura il presidente Colzani.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.