Rivetti-Di Bari La resa dei conti

Calcio Como – Il nuovo presidente vuole risolvere al più presto la questione del 48,5% ancora in mano al suo predecessore. «Aspettare troppo tempo non va bene»
«Vabbè, effettivamente non è che il Como tenesse molto a questa partita. I nostri avversari, invece, avevano una grande furia agonistica». Parola del presidente azzurro Amilcare Rivetti, che così commenta la sconfitta della sua squadra a Lecco, nella gara di Coppa Italia disputata ieri allo stadio Rigamonti-Ceppi.
Gli azzurri – in campo con le seconde linee – sono stati battuti per 3-2 dopo essere stati per due volte in vantaggio, grazie alle reti su rigore di Lewandowski e Filippini.

La rete che ha regalato la qualificazione al Lecco e ha eliminato gli uomini di mister Ramella è peraltro arrivata nei minuti di recupero del secondo tempo, quando la partita sembrava destinata a decidersi ai tempi supplementari o, eventualmente, ai calci di rigore.
Ma con un Como concentrato principalmente sul campionato questo passo falso non farà troppo male, visto che l’obiettivo della squadra è riprendersi dalle due sconfitte consecutive rimediate contro Tritium e Taranto.
E per Amilcare Rivetti c’è da lavorare per riorganizzare la società di cui è presidente da una settimana.
«Penso sempre al Como, di giorno e di notte – ammette il nuovo numero uno – forse ci penso anche fin troppo e mi dovrei rilassare un po’…».
Dunque, quali sono le priorità? «In questa fase penso sia fondamentale chiarire la situazione del 48,5% ancora in mano ad Antonio Di Bari. Quote che vanno acquisite e spero che la questione venga risolta in maniera amichevole – aggiunge Rivetti – anche perché aspettare troppo tempo non va bene».
Il fatto che Di Bari non si sia ancora espresso ha comunque creato qualche inquietudine nella cordata. Ma Rivetti nega: «A me risulta che oggi, giovedì, o al più tardi domani inizi la “due diligence”. Su questo fronte sono tranquillo».
“Due diligence” è una espressione inglese che indica il processo di analisi che viene effettuato per definire il valore e la situazione di un’azienda da parte di chi intende farne parte. Un procedimento che, da quanto emerso, nei giorni scorsi pareva fosse stato rinviato, proprio in attesa di comprendere le intenzioni di Antonio Di Bari. La cordata “lariana” dovrebbe acquisire l’80% del club, con soci impegnati a garantire le proprie quote per almeno cinque anni. Il gruppo dovrebbe esprimere tre vicepresidenti e l’amministratore delegato. Sui nomi pende sempre una cappa di mistero, visto che numerosi attori di questa iniziativa non tengono a comparire. E quindi molti componenti della nuova società entreranno probabilmente a fianco di Amilcare Rivetti attraverso una fiduciaria.
Certo è che, da quanto trapelato, della compagine dovrebbero far parte gli esponenti di almeno tre grandi aziende edili del territorio comasco (non la “Nessi e Majocchi”, che ha sempre smentito una sua partecipazione attraverso il suo presidente, Angelo Majocchi), Pietro Porro, imprenditore nel settore dei trasporti, l’ex numero uno azzurro Benito Gattei e Franco Polti, che alla fine dovrebbe aderire dopo che pareva essersi defilato. In prima linea ci sarebbero anche personaggi legati al mondo del tessile-abbigliamento e del mobile.
Per quanto riguarda l’organigramma della società, Rivetti conferma che torna in plancia di comando l’ex direttore generale: «Maurizio Porro è da considerare già dei nostri». E sui contrasti da limare con il responsabile dell’area tecnica Antonio Tesoro – i due non sono mai andati troppo d’accordo – il presidente spiega: «Ci organizzeremo e i due si parleranno per seguire al meglio i rispettivi settori senza pestarsi i piedi ed evitando di cozzare».
Altre conferme: «Christian Papa che ha lavorato bene al marketing e Massimo Monti all’amministrazione».
Per quanto riguarda il mercato, a Orsenigo si è rivisto il difensore Christian Conti, attualmente senza squadra: «Non nego che sia un giocatore che apprezzo – conclude Amilcare Rivetti – e mi piacerebbe inserirlo nel nostro organico. Vedremo…».

Massimo Moscardi

Nella foto:
Il nuovo presidente del Como Amilcare Rivetti in tribuna allo stadio Sinigaglia

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.