Cronaca, Sanità, Territorio

Rosa Blu di Grandola ed Uniti, il consiglio regionale boccia l’ordine del giorno sull’accreditamento

La Rosa Blu di Grandola ed Uniti
La Rosa Blu di Grandola ed Uniti

Il consiglio regionale lombardo ha respinto oggi a maggioranza l’ordine del giorno presentato dal consigliere Angelo Orsenigo (Partito Democratico) sul sostegno al centro di riabilitazione La Rosa Blu di Grandola ed Uniti.

«La Regione fa tante chiacchiere sulle maggiori risorse alla montagna ma poi quando chiedi sostegno e risorse per servizi fondamentali in quelle zone, risponde picche», ha detto Orsenigo commentando il voto negativo al suo ordine del giorno.

Secondo l’esponente del Pd, «il Polo unico integrato per la fragilità e la disabilità di Grandola ed Uniti è un progetto innovativo e sperimentale e potrebbe offrire alle persone fragili una struttura polifunzionale capace di rispondere in modo appropriato ai diversi gradi di protezione richiesti»

Nell’ordine del giorno bocciato oggi dal consiglio regionale Orsenigo aveva chiesto alla giunta di impegnarsi «a sostenere con specifici finanziamenti la contrattualizzazione della Rosa Blu di Grandola ed Uniti».

«Il governatore Fontana e il centrodestra hanno preferito abbandonare il territorio», ha commentato al termine della votazione il consigliere dem comasco.

 

31 Lug 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto