Ruba auto all’Ippocastano, arrestato dopo la fuga

La Questura di Como

Ruba un’auto, ma viene arrestato dopo pochi minuti dalla polizia dopo un inseguimento. Domenica mattina la sala operativa della Questura di Como ha ricevuto una richiesta d’intervento da parte di un uomo che aveva appena assistito al furto della sua auto, una Fiat Palio, lasciata in sosta pochi istanti prima nell’area di parcheggio Ippocastano di via Aldo Moro. Il proprietario aveva lasciato il veicolo aperto e le chiavi inserite, mentre si era recato a pagare la sosta al vicino parchimetro.

Il ladro era stato velocissimo. Le volanti hanno poi intercettato il veicolo in via Bellinzona, a Monte Olimpino. Ne è scaturito un inseguimento, nel corso del quale il fuggitivo, dopo essere fuggito a tutta velocità, ha mollato il veicolo in via Oldelli, cercando di seminare a piedi gli agenti. L’uomo, un 35enne residente a Como, nonostante la resistenza è stato ammanettato.

In Questura si è scagliato ancora contro gli agenti, con insulti, minacce e cercando anche di colpirli con dei pugni.
Nelle tasche il 35enne aveva ancora il telefono cellulare del titolare della Fiat Palio trafugata nell’area dell’Ippocastano. Il derubato, nel frattempo, aveva formalizzato la denuncia e ha riconosciuto il ladro. L’uomo è stato così arrestato con l’accusa di furto aggravato, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Dopo una notte in camera di sicurezza, ieri mattina è stato portato davanti al giudice del Tribunale di Como per il dibattimento con rito direttissimo.
Gli è stata riconosciuta una condanna di un anno e due mesi. L’uomo è stato così portato nel carcere del Bassone.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.