Ruba pneumatici ed estorce denaro: il percorso “terapeutico” finirà in carcere

Carabinieri

Era stato sottoposto alla misura alternativa della pena grazie a un affidamento terapeutico, comprendente anche un percorso di recupero che doveva seguire nel dettaglio. Il resto della detenzione – tre anni e nove mesi – li sconterà però in carcere dopo la richiesta (che è stata concessa) dell’aggravamento della misura. L’uomo infatti, un 41enne residente a Guanzate, avrebbe commesso più violazioni accertate dai carabinieri della stazione di Lurate Caccivio. Tra queste, l’11 marzo scorso, avrebbe rubato due pneumatici dall’abitazione di una ragazza di Lurate, vendendoli poi a due cittadini stranieri nel bosco di Cadorago. Lo stesso avrebbe poi estorto denaro alla vittima del furto di pneumatici, episodi tutti riscontrati che hanno portato l’Ufficio di Sorveglianza di Varese a modificare la misura restrittiva con la custodia cautelare in carcere. Il provvedimento è stato dunque eseguito nelle scorse ore dai militari della Stazione di Lurate Caccivio che hanno prelevato l’uomo dalla sua abitazione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.