A breve il primo cantiere sul torrente Val di Canova

Il sindaco Patrizia Nava
Giovedì scorso, guardando le immagini dei fiumi di acqua e fango che hanno travolto la Liguria e la Toscana, tutti a Brienno sono tornati con la mente al 7 luglio scorso. «Abbiamo rivissuto un incubo – conferma il sindaco del paese, Patrizia Nava – È terribile vedere quelle immagini. Ora bisogna pensare alla ricostruzione, ma anche alla prevenzione».
E, a proposito di prevenzione, Brienno è stato inserito tra i destinatari dei fondi del piano frane che porterà in Lombardia 224

milioni di euro. «In questo ambito al nostro Comune è stato garantito uno stanziamento di circa 1,2 milioni di euro – sottolinea il primo cittadino – È un dato significativo del quale ovviamente siamo grati alla Regione. Aspettiamo di sapere esattamente tempi e modalità dell’erogazione dei fondi, ma siamo tranquilli su questo fronte». A breve scatteranno anche gli interventi studiati in accordo con la Provincia, che ha garantito i soldi per la messa in sicurezza.
«Nei prossimi giorni avrò un incontro a Villa Saporiti – dice Patrizia Nava – e credo che già a breve partiremo con il primo intervento di messa in sicurezza del Val di Canova, uno dei torrenti principali».

Anna Campaniello

Nella foto:
Il sindaco Patrizia Nava

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.