“Abitare” celebra Gio Ponti e Ico Parisi

Gio Ponti

L’anno scorso in occasione della mostra sul design di Gio Ponti nel ridotto del Teatro Sociale fu presentata una chicca bibliofila, la ristampa del volume originale “Gio Ponti. Lettere ai Parisi” curata da Ance Como con l’architetto comasco Paolo Donà, appassionato di storia dell’architettura e del design. Una raccolta di lettere conservate nella Galleria Civica di Modena che, come uso di Ponti, erano in realtà opere d’arte, calligrammi che univano disegno e parola. Il libro edito da Nodo Libri di Como era arricchito da una copertina firmata dall’artista lariano Fabrizio Musa. L’iniziativa era in continuità con le precedenti esperienze culturali di Ance come la ristampa della rivista Quadrante dedicata alla Casa del Fascio e la ristampa del catalogo della grande mostra di Villa Olmo Colori e forme nella casa d’oggi che fece epoca nel 1957 e vide in giuria proprio Gio Ponti con Ico Parisi tra i protagonisti. Ora la storica rivista di arredamento e architettura “Abitare” pubblica nel numero di giugno una recensione della ristampa firmata da Paolo Lavezzari che annota come si sia di fronte a “una corrispondenza per immagini più che per parole, come Ponti amava fare, preferendo l’invenzione del disegno, del ricamare lettere sinuose sul foglio”. Una “corrispondenza di amorosi sensi” con cui Ponti insomma riprogetta ogni volta il legame con gli amici comaschi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.