“Adotta una pianta”, il proprio nome legato a un albero

Villa Carlotta

L’iniziativa di Villa Carlotta per la conservazione del suo patrimonio

Adottare una pianta per salvare la bellezza. È con questo slogan che Villa Carlotta vuole sostenere i suoi tesori botanici. I giardini della dimora di Tremezzina, sono un vero e proprio Eden vegetale: rose, camelie, azalee delle specie più rare; il tunnel degli agrumi, le piante tropicali e quelle aromatiche, la valle delle felci sono scenografie naturali di impagabile bellezza.
All’interno del parco sono state classificate quasi trecento piante ed è stato attribuito loro un valore simbolico: dall’imponente glicine secolare a magnolie, sequoie, robinie, platani e betulle, ma anche aiuole topiarie e bersò con vista mozzafiato su Bellagio.
Molte di queste piante hanno una storia e delle particolarità che le rendono uniche. Ad esempio il Cedro del Libano, la conifera più antica del giardino, alto 28 metri; oppure il Taxus baccata (tasso), uno dei primi esemplari messi a dimora nel parco, oltre alle diverse varietà di palme rarissime da trovare in questa parte d’Italia e soprattutto sul lago. C’è anche una curiosità botanica tropicale introvabile, la Brahea edulis o palma di Guadalupe e due bellissimi esemplari di piante aromatiche: la Liquidambar styraciflua, dalla cui corteccia, se incisa, esce dell’ambra liquida dal profumo intenso, e l’esotica Cinnamomum camphora o albero della canfora.
Per un anno a partire dalla donazione, l’albero o la pianta di cui il donatore si prenderà virtualmente cura, sarà a lui intitolata e gli verranno riconosciuti alcuni benefit rispetto all’aiuto offerto. Adottare una pianta significa dunque lasciare un segno personale con il proprio nome indicato accanto a quella adottata, un gesto civico perché tutti possano continuare a godere della sua bellezza.
Il 5% di ogni donazione di qualunque importo (dai 100 euro in su) sarà versato in un fondo che andrà ad azzerare il costo del biglietto d’ingresso per bambini con difficoltà economiche. Le scuole saranno informate di questa possibilità e potranno segnalare l’esigenza permettendo così l’inclusione. Contribuire a conservare e valorizzare Villa Carlotta è, comunque, sempre possibile anche attraverso l’acquisto di una o più membership card che riservano ai detentori condizioni e benefit particolari. Info: www.villacarlotta.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.