Al concorso del Panathlon è prima un’artista del Michelangelo

La Fondazione Chiesa
Parla comasco il XII “Concorso internazionale d’arti grafiche”, indetto dalla Fondazione Panathlon International intitolata a Domenico Chiesa. Nella sezione dedicata alla pittura, il primo premio è andato a Danae Talarico, studentessa del liceo artistico “Michelangelo” di Como, che ha superato il peruviano Smith Guido Parco Marcos, piazzatosi al secondo posto, e il monzese Tommaso Parravicini, giunto terzo.
La Fondazione, costituita in memoria di Domenico Chiesa, promotore del primo Panathlon

club nel 1951 e fondatore dieci anni dopo del Panathlon International, da anni porta avanti le volontà del suo testatore che aveva espresso il desiderio di destinare parte del suo patrimonio all’assegnazione periodica di premi ad opere artistiche ispirate allo sport e ad iniziative o pubblicazioni culturali rispondenti agli obiettivi del sodalizio.
Soddisfatta la commissione guidata – su indicazione del membro d’onore, Henrique Nicolini – da Marina Chiesa, erede di Domenico Chiesa, che ha espresso soddisfazione per il numero e la qualità dei lavori presentati.
Oltre alle opere vincitrici del concorso, durante le fasi finali sono stati selezionati altri lavori, che verranno esposti in mostra durante la cerimonia di premiazione, il prossimo 22 novembre a Pavia, nell’ambito della celebrazioni di Pavia “Città Europea dello sport 2014”.

C.F.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.