Alessandria e Renate, il Como atteso da due battaglie per la B

Giacomo Gattuso

E ora tutti concentrati sulla partita di Alessandria. Non c’è tempo per il Como per godere della vittoria casalinga di domenica con il Novara e per una giornata sostanzialmente favorevole. Domani i lariani sono attesi dall’incontro in trasferta sul campo dei “grigi”. Inizio alle ore 15 per la gara che lo scorso 10 gennaio non è stata disputata per la problematica Covid nella formazione piemontese.
Il match chiuderà un girone di andata che ha visto gli azzurri protagonisti, soprattutto dopo l’esonero di mister Marco Banchini: la squadra ha trovato continuità di vittorie con la guida di Giacomo Gattuso e, con un impegno in meno, è seconda in graduatoria a -5 dalla vetta, dove si trova il Renate.
I nerazzurri nell’ultimo match non sono andati oltre l’1-1 esterno con il fanalino di coda Lucchese. I lariani invece hanno vinto per 1-0 con il Novara (rete decisiva di Massimiliano Gatto su rigore) e non hanno perso l’occasione di guadagnare terreno. Nel finale tra l’altro il Como ha fallito l’occasione per raddoppiare, con un nuovo penalty che Alessandro Gabrielloni si è fatto parare.
Nelle ultime cinque uscite i lariani hanno ottenuto quattro vittorie e un pareggio, la serie migliore di tutta la serie C, condivisa con il Cesena (quinto nel gruppo B) e la Ternana, capolista nel girone C.
Ad Alessandria domani c’è una ulteriore opportunità, anche se l’incontro sarà tutt’altro che semplice, con una formazione che è stata costruita per disputare un campionato di vertice. I piemontesi ora sono al quarto posto: nell’ultimo turno hanno infatti pareggiato sul campo della Pro Patria e sono stati scavalcati dalla Pro Vercelli, che si è imposta per 3-1 nella partita con la Carrarese, altra candidata ad un torneo di vertice che però finora non è riuscita ad emergere.
Non solo: lunedì prossimo al Sinigaglia sarà ospite proprio il Renate, in una sfida di grandissima valenza per il destino del campionato anche se, considerando che si tratta della prima di ritorno, il cammino per tutti sarà ancora molto lungo.
«Noi dovremo farci trovare pronti – spiega Giacomo Gattuso, allenatore degli azzurri, nella foto – Prima di tutto bisogna pensare alla trasferta con l’Alessandria e ad una attenta valutazione delle energie rimaste dopo il match con il Novara. Ma il mio gruppo è maturo e consapevole e sono sicuro che non ci saranno problemi su questo fronte».
«Le ultime uscite ci hanno dato indicazioni positive sulla difesa – aggiunge il mister – visto che con Livorno e Novara non abbiamo subito reti. La cosa più importante è che vedo una squadra che lotta e che vuole sempre portare a casa un risultato positivo, ragiona, ha testa e sa stare bene in campo».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.