Alfio Balsamo, ex vice sindaco di Campione, contro il governo: «Impossibile amministrare con 15 dipendenti»

Campione d'Italia

«Registro l’azione totalmente assente del governo che poteva e doveva intervenire».
Alfio Balsamo, ex vice sindaco del comune di Campione d’Italia sotto l’amministrazione Salmoiraghi, ha commentato così – a Giocanewscasino.it, il portale on linde dedicato al settore – la decisione di venerdì scorso con la quale il Consiglio di Stato ha fatto scattare la messa in mobilità di 84 dipendenti comunali.
Balsamo ha voluto innanzitutto evidenziare le difficoltà che avrà il comune con i soli 15 dipendenti rimasti. «Impossibile che possa funzionare con così poche risorse – ha spiegato Balsamo – Servizi come la posta, le scuole, l’asilo, la casa anziani, l’azienda turistica, il Casinò, visto che dicono di volerlo riaprire, come si pensa possano funzionare? Senza evidentemente considerare tutti gli altri compiti che l’ente locale deve svolgere».
Una riflessione amara su questa vicenda che sta segnando sempre più nel profondo un’intera comunità con il fallimento della casa da gioco e il commissariamento del comune per dissesto finanziario.
Una situazione insostenibile con diversi ex dipendenti che ormai da 16 mesi non ricevono lo stipendio.
Il futuro dunque si tinge ancor più di scuro in attesa di comprendere cosa ne sarà di Campione d’Italia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.