Appello da Bellagio a Draghi: «Inviti in Italia i turisti stranieri»

Bellagio

«Abbiamo bisogno di tanti messaggi positivi. Sapete che dall’annuncio dato lunedì sera dal premier Draghi, che l’Italia avrebbe tolto il coprifuoco, sono triplicate le prenotazioni in entrata – spiega Luca Leoni, imprenditore alberghiero, assessore al Turismo a Bellagio, coordinatore del Distretto del Centrolago, che comprende Menaggio, Tremezzina, Varenna e Bellagio – Draghi è credibile, parla bene anche in inglese ma dovrebbe dire “Italy is waiting for tourists”. Il messaggio della riapertura è arrivato, ma deve essere ancora più forte per i mercati stranieri».
Qualcosa insomma si muove, anche dalla Svizzera.
«È il momento delle feste in Ticino, prima l’Ascensione ora Pentecoste e Corpus Domini, qualcuno è già arrivato e arriverà. Anche dalla Spagna, ad esempio. Certo, se nel 2019 avessi avuto qualche camera libera a fine maggio, avrei sollevato di peso i miei collaboratori, adesso mi accontento di averne qualcuna occupata, in un albergo su due – dice sempre Leoni – Mi conforta il movimento anche per l’estate, vorrei aprire l’hotel Bellagio già da luglio, mentre l’anno scorso era stato aperto solo ad agosto. Siamo in vantaggio di un mese su tutto, i negozi riprendono a lavorare».
«Nel weekend si inizia a vedere gente in giro, in settimana un po’ meno, ma anche il meteo finora non è stato benevolo. L’anno scorso abbiamo fatto un decimo delle presenze e del fatturato del 2019, il 2021 deve essere l’anno della ripartenza» conclude Luca Leoni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.