Aristotele in musica al Grumello

Petrilli_Mattia

Flautista di fama internazionale, Mattia Petrilli, originario di Como, domani sabato 4 luglio 2020, in doppia replica alle ore 19 e alle ore 21, presso il Parco di Villa del Grumello, propone Katharsis, un concerto che trae titolo ed ispirazione dalla Politica di Aristotele.

Il programma, si estende lungo quattro secoli di storia, da Georg Philipp Telemann (1681-1767) con Fantasia n.2, in La minore (Grave – Vivace – Adagio – Allegro), Amburgo 1732-1733, ad Arvo Pärt (1935-), di cui viene eseguito Estländler del 2006, ma non è strutturato per seguire didascalicamente un ordine cronologico, bensì una cadenza empatica, un percorso attentamente studiato per essere un iter catartico, che dalle rovine evocate da Francis Poulenc (1899 – 1963) in Un joueur de flûte berce les ruines (un inedito composto nel 1942, scoperto postumo, brano dallo stile estremamente melanconico, breve, di una bellezza e semplicità disarmanti) conduca l’ascoltatore ad una rinascita delle emozioni, anche fanciullesche ad esempio con The children are playing composto per flauto solista da Carl Nielsen (1865 – 1931) seguito dall’aria variata Là ci darem la mano da Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791), rielaborata da Saverio Mercadante (1785 – 1870), per terminare con l’esuberanza paganiniana con il Capriccio n. 24 di Niccolò Paganini (1782-1840).

Un programma impegnativo che richiede non solo grande versatilità interpretativa, ma una tecnica specifica a rendere ogni singolo sigillo compositivo, ogni nuance, ogni intenzione narrativa.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.