Arrestate due finte maghe con l’accusa di truffa e associazione per delinquere
Città, Cronaca

Arrestate due finte maghe con l’accusa di truffa e associazione per delinquere

Un'immagine della conferenza stampa dei Carabinieri Un’immagine della conferenza stampa dei Carabinieri

Due finte maghe, nonché sorelle, una residente a Milano e una a Vigevano, sono finite in carcere. Le donne dovranno rispondere – da una cella – alle accuse di associazione per delinquere finalizzata alla truffa e all’estorsione. Le due donne, rispettivamente di 36 e 44 anni, sono state colpite da una ordinanza di custodia cautelare chiesta dal pm Giuseppe Rose, in quanto sospettate di aver raggirato persone in difficoltà facendo loro credere che con amuleti, pratiche magiche e quant’altro, avrebbero scacciato malocchio, risolto questioni amorose, persino fatto trovare posti di lavoro a discapito del concorrente. Questo il risultato di mesi di indagini dei carabinieri di Albate. Nell’ordinanza compare per ora il nome di una sola vittima (almeno una decina tuttavia le verifiche in corso), quella che con la sua denuncia della scorsa estate diede il via all’inchiesta e alle intercettazioni. Si tratta di una 50enne di Albate che in una ventina di giorni avrebbe consegnato nelle mani delle finte maghe 42 mila euro in sedici versamenti. Veggenti e sorelle, come detto, che avevano messo in piedi un piano diabolico, almeno stando a quanto ricostruito dai carabinieri di Albate.

22 marzo 2018

Info Autore

Fabrizio

Fabrizio Barabesi fbarabesi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto