Auto distrutte e box in fumo. L’ipotesi: il rogo partito da un bracere

Incendio Vighizzolo

Due auto completamente distrutte, il box di 30 metri quadrati andato in fumo, danni ingenti alla struttura. Il tutto, presumibilmente, per una grigliata. È quanto accaduto nella notte tra lunedì e martedì a Cantù, in località Vighizzolo. Colpita una casa in via Palestro. Sul posto, per spegnere le fiamme, sono giunte due squadre dei vigili del fuoco di Cantù con quattro mezzi. Le auto distrutte dall’incendio, ovvero una Ford Ka e una Renault Kadjar, si trovavano dentro al box della casa costruito in legno. I vigili del fuoco, giunti sul luogo del rogo, hanno cercato eventuali inneschi che potessero giustificare quanto era avvenuto, senza tuttavia trovarli. Sarebbe però emerso che giusto la sera precedente, all’esterno della casa, era stata fatta una grigliata con il braciere poi posizionato accanto al box in legno. Il sospetto è che qualche tizzone ancora non spento perfettamente, possa aver lanciato qualche lapillo contro il box che ha preso fuoco. Una ipotesi che, da quanto è stato possibile ricostruire, parrebbe molto fondata. A Vighizzolo, per verificare quanto era accaduto e per ascoltare il racconto dei presenti, sono arrivati anche i carabinieri della caserma di Cantù. Nell’incendio non si registrano né ustionati né intossicati.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.